Mer 8 Apr 2020 - 2245 visite
Stampa

Covid: 269 casi positivi in regione, “è il dato più basso”

Altre 72 vittime, per la prima volta più donne che uomini. Venturi: "Giorni decisivi, nessuno pensi a una scampagnata per Pasqua"

Un incremento di 269 nuovi casi di positività al Covid-19 è il “dato più basso in assoluto da alcune settimane sul territorio regionale”. Il commissario regionale per l’emergenza coronavirus Sergio Venturi non usa toni trionfalistici nell’analizzare che “i dati sono in progressivo miglioramento” anche perché, purtroppo, continuano a crescere le vittime “che per la prima volta sono più donne che uomini”.

“La riduzione significativa e generalizzata dei casi positivi ci conforta ma non ci deve indurre ad allentare la presa – mette in guardia Venturi -: chi avesse in mente la scampagnata di Pasqua compirebbe un gesto scellerato per rovinare quello che stiamo facendo, bisogna portare avanti comportamenti virtuosi e coerenti perché sono giornate decisive, dopo Pasqua potremo vedere più lontano”.

“Per mantenere la metafora del guado, siamo un altro po’ più vicini alla riva opposta” prosegue il commissario regionale che nella consueta diretta Facebook per fare il punto della situazione segnala “l’incremento formidabile di consumo di ossigeno nelle terapie intensive”, ricorda il “grande impegno per debellare i focolai nelle case protette” e lancia un appello: “Ce la faremo più che un auspicio è diventato un’opinione fondata”.

Complessivamente sono 17.825 casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 269 in più rispetto a ieri: un aumento tuttavia contenuto se paragonato a quello dei giorni scorsi. E sono 75.191 i test effettuati, 3.028 in più. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Sono 7.861 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (66 in più rispetto a ieri). 366 le persone ricoverate in terapia intensiva: 6 in meno rispetto a ieri. Così come continuano a diminuire anche i ricoverati negli altri reparti Covid-54 (3.750 rispetto ai 3.804 di ieri). Purtroppo, si registrano 72 nuovi decessi34 uomini e 38 donne.

Continuano, nel frattempo, a salire le guarigioni, che raggiungono quota 2.597 (200 in più rispetto a ieri), delle quali 1.545 riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 1.052 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 13 residenti nella provincia di Piacenza, 14 in quella di Parma, 12 in quella di Reggio Emilia,12 in quella di Modena, 11 in quella di Bologna (nessuno nel territorio imolese), 5 nella provincia di Forlì-Cesena (3 a Forlì), 3 a Ferrara (purtroppo se ne sono aggiunti 2 portando la tragica conta a 5), 2 in quella di Rimini. Nessun decesso a Ravenna e fuori regione.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 2.953 Piacenza (17 in più rispetto a ieri),  2.365 Parma (48 in più),  3.215 Reggio Emilia (48 in più), 2.758  Modena ( 67 in più), 2.334  Bologna (34 in più), 322 Imola (5 in più),  522 Ferrara (12 in più, arrivati a 13 nel bollettino dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria),  738 Ravenna (10 in più), 1.034  Forlì-Cesena (di cui  564 Forlì, 18 in più rispetto a ieri, e 470 a Cesena,1 in più),  1.584 Rimini  (9 in più).

Sono 5.144 i posti letto aggiuntivi destinati ai pazienti Covid-19: 52 in meno di ieri, riconvertiti per altre patologie, tra ordinari (4.571) e di terapia intensiva (573). Nel dettaglio a Ferrara sono 264 (38 terapia intensiva).

Dispositivi di protezione individuale. Ieri, lunedì 6 aprile, dal Dipartimento nazionale sono pervenute all’Agenzia della Protezione Civile 102.000 mascherine chirurgiche, 79.200 mascherine ffp2, 123.000 monovelo Montrasio. 

Volontari all’opera. Ieri sono stati 831 i volontari di protezione civile dell’Emilia-Romagna impegnati; dall’inizio dell’emergenza, si contano 14.423 giornate. Le principali attività riguardano il supporto alle Ausl nel trasporto degenti con ambulanze, il trasporto campioni e la consegna dei farmaci (Cri e Anpas, totale 262), il supporto ai Comuni per le varie attività di assistenza alla popolazione, con un rilevante apporto degli scout Agesci (in totale 550, di cui 100 scout), la disinfezione e sanificazione dei mezzi di soccorso (12 a Parma). Proseguono inoltre i turni degli Alpini (Ana-Rer) presso l’ospedale da campo di Bergamo e le attività di supporto logistico.

Punti triage. Si confermano 33 i punti-triage attivi in Emilia-Romagna, di cui 2 in provincia di Ferrara (Argenta e Cento).

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi