Dom 19 Gen 2020 - 25287 visite
Stampa

Audio segreto. Naomo svela la strategia della Lega: “C’è un accordo tra me e Alan”

Il vicesindaco: “Mia pagina gestita da 6 persone. Noi l'avversario politico lo attaccheremo sempre. Giusto o sbagliato che sia”

“Perché anche adesso quando siamo al governo c’è sempre questo atteggiamento di sfottò nei confronti dell’avversario politico?”. È la domanda, che molti si sono posti, che Anna Ferraresi rivolge al vicesindaco Nicola Naomo Lodi.

La registrazione viene da un incontro informale tenutosi in municipio a fine agosto. Il gruppo consiliare della Lega di Ferrara avverte i primi scricchiolii. Da lì a pochi giorni si dimette Paolo Vezzani. E le attenzioni di Naomo Lodi e dei suoi uomini di fiducia si rivolgono ad Anna Ferraresi, che in quei giorni su Facebook sta denunciando il degrado ancora presente nella zona di Pontelagoscuro.

Lodi le chiede un incontro. Lei accetta, ma quando si presenta si trova di fronte anche il capogruppo Benito Zocca e il vicecapogruppo Stefano Solaroli. Nella registrazione si sentono i giochi sottobanco fatti per votare Solaroli come vice.

Ma la parte più interessante arriva in seguito, quando la Ferraresi chiede il motivo di tanto astio verso gli avversari. L’audio è entrato anche nel servizio di Piazzapulita che ha denunciato lo scandalo dell’offerta di lavoro di Solaroli. Ma solo parzialmente.

“Questi qua ti mangiano vivo appena abbassi le orecchie” è la risposta diretta di Naomo, che aggiunge: “Io a Alan abbiamo un accordo e lo sanno tutti. Io non sarei stato nominato vicesindaco perché a quest’ora sarei o in Regione o a Roma. Sai perché? Perché il prossimo sindaco avrebbe voluto candidarsi o Fornasini o Maggi”.

Per mantenere il governo della Lega ecco quindi il patto segreto: “Allora io e Alan ci siamo dati un obiettivo: che il giorno dopo le elezioni avremmo aperto la campagna elettorale per il 2023 (2024, ndr). Perché vedi che appena alzano le orecchie questi qua gli danno delle pagine di giornali? Se noi non abbiamo questo livello alto mediatico noi in due giorni perdiamo le elezioni”.

Lodi in sostanza confessa che il successo elettorale della Lega a Ferrara è dovuto alla massiccia attività di intervento sui social (e lo si è visto nel caso dello shitstorming comandato da Michele Lecci premiato poi con la carica di portavoce del sindaco).

“Noi l’avversario politico lo attaccheremo sempre – aggiunge Naomo -, giusto o sbagliato che sia; c’è una serie di persone che valutano: c’è l’Alessia, c’è Michele, c’è la Ca… (audio non chiaro, ndr)”.

In pratica si tratta delle tre persone che seguono Alan Fabbri ancora da quando era consigliere in Regione e che poi una volta sindaco si è portato a Ferrara, assumendole in Comune.

“Noi affrontiamo tutto. Tu credi che quello che scriviamo lo scriva sempre io? – conferma Lodi -. La mia pagina è gestita da sei persone, sei persone”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi