Gio 12 Dic 2019 - 563 visite
Stampa

Il MechLav di Unife capofila del progetto di ricerca industriale DiaPro4.0

Si tratta di un sistema ‘cost-effective’ multisensore di Diagnostica-Prognostica integrato in azionamenti meccanici dell’Industria 4.0

Il progetto di ricerca industriale DiaPro4.0 (Diagnostica Prognostica Industria 4.0), presentato presso il Tenopolo di Ferrara, coinvolge tre laboratori di ricerca industriale della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna (MechLav dell’Università di Ferrara, che è il capofila; InterMech-MO.RE. dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Raw Power Srl) ed è partecipato da due grandi imprese del territorio (Bonfiglioli Riduttori e Marposs). 

Si propone di sviluppare un innovativo sistema multisensore per diagnostica e prognostica di trasmissioni meccaniche, da impiegarsi nei sistemi di manutenzione predittiva dell’Industria 4.0, che garantiscono notevoli vantaggi di costo, affidabilità e sicurezza.

Infatti avanzate tecnologie di analisi predittiva permetteranno di eseguire una autodiagnosi dei problemi/difetti che insorgono negli impianti produttivi (Diagnostica) e stimare la vita residua dei componenti meccanici, in funzione delle reali condizioni di utilizzo (Prognostica), per pianificare in anticipo ed ottimizzare gli interventi di manutenzione nei tempi necessari ed evitare arresti improvvisi e danni agli impianti e alla produzione. Il tutto con trasmissione e gestione a distanza delle informazioni.

L’obiettivo specifico è pertanto la realizzazione di un dimostratore in ambiente operativo reale di tale sistema di diagnostica-prognostica, che dovrà inoltre garantire un costo del sistema industrializzato estremamente competitivo rispetto agli attuali standard di mercato, al fine di permettere un’ampia diffusione di questa tecnologia.

DiaPro4.0 è un progetto di ricerca industriale finanziato dal Programma Operativo Regionale–Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Por Fesr) Emilia-Romagna 2014-2020 nell’ambito della Strategia di Specializzazione Intelligente (S3).

IL PROGETTO IN CIFRE:

  • 1.171.000,00 euro il valore del progetto
  • 715.115,31 euro il contributo regionale
  • Personale: circa 25 persone, tra cui 7 assegnisti e borsisti di ricerca a tempo pieno, oltre a circa 18 persone tra docenti e ricercatori strutturati dei laboratori e personale delle imprese, che lavoreranno nell’arco di due anni alle attività di questo progetto di ricerca industriale.
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi