Mer 4 Dic 2019 - 1148 visite
Stampa

Infiltrazioni nelle palestre scolastiche, scattano i sopralluoghi

In scadenza la convenzione per l'uso delle strutture provinciali. Prime ispezioni al Roiti, Itis e Bachelet. Alla Cittadella dello Sport si valuta una pista coperta di atletica

Infiltrazioni d’acqua dal soffitto e perdite dai tubi rotti sono solo alcuni dei problemi che affliggono le palestre scolastiche, usate dagli studenti al mattino e dalle società sportive al pomeriggio. Le criticità riscontrate sono oggetto di una serie di sopralluoghi avviati dai tecnici di Provincia e Comune per verificare lo stato delle palestre provinciali concesse in uso al Comune.

“Controlli necessari prima di firmare una bozza di convenzione non proprio meravigliosa, sottoposta dalla Provincia per utilizzare, a pagamento, delle strutture dove vengono quotidianamente segnalate tante criticità” rimarca l’assessore Andrea Maggi nel presentare in commissione consiliare gli esiti delle prime ispezioni su tre palestre.

Alla palestra del nuovo Roiti, in via Santa Maria degli Angeli, è stata sistemata la copertura ma persistono infiltrazioni negli spogliatoi, “in corso di risoluzione a breve”. Anche all’Itis di via Pontegradella sono state risolte le infiltrazioni ma occorrono interventi più radicali sugli spogliatoi “messi male”. Lavori straordinari che avranno bisogno di specifici finanziamenti che attualmente la Provincia non può garantire.

Problematiche diverse per il campo del Bachelet che si trova a quota molto bassa e, quando piove, finisce sott’acqua. È stata installata una vasca anti-allagamento all’ingresso ma ora è necessario monitorare il funzionamento della pompa, “perché se non basta bisogna potenziare l’impianto attuale”.

I dem Francesco Colaiacovo e Cristina Corazzari chiedono aggiornamenti sulla struttura di Francolino e sulla primaria di Baura, che soffre di problemi “dall’alto e dal basso”, ovvero infiltrazioni nella copertura e negli infissi e perdite dall’impianto di riscaldamento. Le tubazioni sono troppo corrose per essere riparate ma entro venerdì dovrebbe essere posizionato un nuovo tubo all’esterno per ‘bypassare’ la linea danneggiata.

E dopo il monitoraggio? L’ex assessore allo Sport Simone Merli invita il suo successore a “non tirare troppo la corda sull’accordo di convenzione” per non rischiare di lasciare le associazioni senza un luogo dove allenarsi, considerando che “la Provincia non ha adeguate risorse per investire sugli impianti” e che “il Comune non può incrementare soldi a bilancio per intervenire su strutture provinciali”.

Novità in vista anche per il cantiere da 1,5 milioni alla Cittadella dello Sport. Anticipati i lavori sulla pista del pattinodromo, che vedrà nuove pavimentazione e balaustre, potrebbe concretizzarsi l’ipotesi di migliorare il campo scuola, mettendo a posto gli spogliatoi e realizzando una pista coperta per gli allenamenti invernali di atletica.

“Stiamo valutando diverse offerte per la pista indoor con confronti tecnico-economici sull’eventuale disponibilità della tensostruttura della Festa del Regalo o sulla realizzazione di quattro corsie dal costo di 30mila euro a cui aggiungere dai 70 ai 100mila euro per la copertura” spiega Maggi che dovrà avere il progetto esecutivo entro febbraio, anche perché i lavori alla Cittadella – “da dividere in lotti funzionali in cui inserire anche il nuovo impianto di paddle” – devono concludersi necessariamente entro il 2021.

Mentre Tommaso Mantovani (M5S) genera qualche schermaglia nel chiedere di “verificare la regolarità del bando per la gestione”, Annalena Ziosi (Lega) si riserva un incontro con Pellegrini e Mazzatorta per diluire gli addebiti alle società sportive dei costi per l’uso delle palestre comunali.

Intanto Maggi ha iniziato un “tour” negli impianti sportivi comunali “per incontrare dirigenti e atleti, ascoltarli, e capire problematiche e aspettative”. La scorsa settimana ha fatto visita alla Cittadella dello Sport, oggi tocca alle frazioni da San Martino a Gaibanella.

“L’obiettivo è trasformare Ferrara in una città dello sport, capace di ospitare e organizzare grandi eventi e manifestazioni in più ambiti e discipline, ma al tempo stesso di valorizzare lo sport dilettantistico, con priorità al settore giovanile, come scuola permanente di salute, lealtà e disciplina” dichiara l’assessore che intende “dare più attenzione allo sport e più sostegno alle associazioni sportive legate al volontariato. L’importanza che la pratica sportiva riveste in termini di benessere psico-fisico dei cittadini, soprattutto adolescenti e giovani, ci porterà a lavorare per la messa in sicurezza e il potenziamento di tutte le strutture e dell’offerta impiantistica”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi