Gio 14 Nov 2019 - 1503 visite
Stampa

Medaglie per cinque giovani atleti portuensi al Campionato del Mondo di Karate

Grandi risultati a Stoccarda per i talenti locali che hanno partecipato in rappresentanza della nazionale italiana

Stoccarda ha ospitato dall’1 al 3 novembre, l’8th World Fudokan Karate Championship Fudokan Karate. Tra gli atleti presenti al campionato, in rappresentanza della squadra nazionale italiana, abbiamo anche cinque giovani talenti di Portomaggione, Filippo Alberoni, Lorenzo Dallafina, Nicole Zanetti, Riccardo Rosatti ed Eva Vancini, che hanno gareggiato per la vittoria.

Questo importante traguardo è stato raggiunto principalmente grazie alla volontà e al grosso impegno dei ragazzi, ma anche al duro lavoro dei maestri Mara Gallini e Monia Atti e a tutto lo staff dell’Aikaf – Associazione Italiana Karate Fudokan – che hanno creduto in loro e li hanno preparati ad affrontare una gara importante come un Campionato del Mondo, non solo fisicamente ma soprattutto psicologicamente.

Ecco i risultati nello specifico: Nicole Zanetti medaglia oro specialità kata team tradizionale; Eva Vancini medaglia oro kata individuale Tradizionale, medaglia bronzo kata individuale Sportivo e medaglia oro kata team tradizionale; Lorenzo Dallafina medaglia oro kata team; Filippo Alberoni medaglia oro kata team, medaglia oro kata team sportivo, medaglia bronzo kata team tradizionale, medaglia bronzo kumite team tradizionale. L’atleta Alberoni è stato inoltre protagonista del 34th European Traditional Karate Do Championship 2019 che si è svolto in Repubblica Ceca dall’ 8 al 10 novembre, aggiudicandosi una medaglia di bronzo nella specialità kumite team, cat. Juniores e un 4º posto nel kata team, cat. Juniores.

Gli atleti che si sono sfidati in diverse discipline, kata e kumite, sia a squadre che individuali, hanno dovuto mettersi alla prova ma “l’unico vero avversario reale sono loro stessi”.

Un plauso ai giovani atleti arriva dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Portomaggiore, Michela Bigoni: “Credo sia doveroso riconoscere e valorizzare i traguardi che i giovani ragazzi raggiungono in qualsiasi campo, sia esso sport, musica arte o altro, per riconoscergli gli sforzi fatti volti raggiungere determinati obiettivi. Credo che valorizzare questi ragazzi sia per loro molto educativo in quanto possano imparare a comprendere il giusto senso del sacrificio ed essere gratificati per il raggiungimento di certi traguardi li stimoli ancor di più a perseguire certe finalità. Sicuramente per questi ragazzi, che in questi mesi hanno lavorato duramente allenandosi circa 6 giorni alla settimana nelle palestre di Portomaggiore e Molinella (Bo), è stata un’esperienza indimenticabile e ricca di soddisfazioni”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi