Mar 12 Nov 2019 - 7485 visite
Stampa

Botte al dipendente del supermercato, ladro di alimenti tenta la fuga

Viene scoperto dal personale e reagisce con pugni e gomitate ma i carabinieri lo bloccano. Si aprono le porte del carcere per un 26enne

(immagine d’archivio)

E’ stato scoperto a rubare nel supermercato e ha reagito con pugni e gomitate a un dipendente, per poi essere bloccato dai carabinieri giunti tempestivamente sul posto. Per lui, il cittadino marocchino A.O. di 26 anni, pregiudicato, è scattato l’arresto in flagranza per i reati di rapina impropria e lesioni personali dolose.

L’episodio si è verificato nel pomeriggio di lunedì al supermercato Conad di via Garibaldi, attorno alle 14.30 circa. A quell’ora il ladruncolo è entranto nel supermercato e ha prelevato dagli scaffali alcuni generi alimentari, attraversando le casse senza pagare la merce. Accortosi di essere stato scoperto, ha aggredito un dipendente dell’esercizio che ha tentato di bloccarlo, colpendolo violentemente con diversi pugni e gomitate al volto e al corpo, tentando così di guadagnarsi la fuga. Nella colluttazione il 26enne ha anche mandato in frantumi un piano di plexiglass annesso alla cassa e l’antenna del sistema antitaccheggio.

Nel frattempo la segnalazione del furto in atto è giunta ai carabinieri e due pattuglie si sono portate subito sul posto, riuscendo così a bloccare il marocchino che ha cercato di dimenarsi, invano, per sfuggire all’arresto.

Il dipendente vittima dell’aggressione è stato trasportato con un’ambulanza all’ospedale di Cona, dove gli sono state diagnosticate policontusioni giudicate guaribili in 10 giorno, mentre l’arrestato è stato portato in carcere a Ferrara a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Nel frattempo, dagli accertamenti effettuati dai carabinieri (tuttora in corso), sembra che il giovane straniero risulti l’autore di svariati altri episodi simili ai danni di supermercati ed esercizi commerciali cittadini, compiuti negli ultimi mesi. Una volta raccolti tutti gli elementi probatori, dunque, il 26enne dovrà rispondere anche di questi reati.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi