Sab 9 Nov 2019 - 949 visite
Stampa

Cona, revocato lo stato di agitazione

Anaao Assomed: "Risolte molte criticità". Ma rimane il no all'integrazione sanitaria tra le due aziende

Revoca dello stato di agitazione, ma ferma contrarietà all’integrazione sanitaria tra le due aziende. È quanto annunciato da Anaao Assomed (Associazione Nazionale Aiuti Assistenti Ospedalieri-Medici Dirigenti) dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cona in una breve lettera indirizzata ai dirigenti del Sant’Anna e all’amministrazione comunale.

“Revochiamo lo stato di agitazione da lunedì 11 novembre perché molte delle criticità che abbiamo denunciato sono state risolte” spiegano il consigliere nazionale Pierluigi Api e il segretario aziendale Lucio Tresivani che avevano proclamato lo stato di agitazione dal 1° luglio a causa dei “gravi problemi  riscontrati al Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza, regolamento Emergenza Medica dipartimentale (punti guardia, pronta disponibilità, etc.), i posti letto aggiuntivi e l’area radiologica, oltre alla necessità di stabilizzare i precari, denunciando inoltre condizioni di lavoro disagiate e eccessivi carichi di lavoro (ore di straordinario e ferie non godute)”.

“Rimane invece inalterata la nostra posizione di netta contrarietà all’integrazione sanitaria tra le due aziende, che abbiamo esplicitato sin dal 2016, mediante ricorsi alla magistratura e documenti/denuncia inviati alle autorità competenti – specifica l’associazione sindacale -. Noi riteniamo che l’integrazione sanitaria possa provocare ripercussioni negative sulla sanità ferrarese e, a nostro avviso, l’attuale situazione ne è una prova”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi