Ven 8 Nov 2019 - 556 visite
Stampa

Due opere della collezione Remo Brindisi alla mostra faentina su Picasso

I manufatti della Casa Museo di Lido Spina esposti nella mostra ospitata nel Museo Internazionale della Ceramica

Comacchio. Ospita anche due opere custodite nella Casa Museo Remo Brindisi la mostra ‘Picasso. La sfida della ceramica’, inaugurata lo scorso 1° novembre presso il Museo Internazionale della Ceramica di Faenza e aperta fino al 13 aprile 2020.

Si tratta nello specifico di due opere della collezione Brindisi realizzate nel 1957, ‘Vaso azteco a quattro facce’ e ‘Cavaliere e cavallo’, che si affiancheranno ai 50 pezzi unici provenienti dalle collezioni del Musée National Picasso-Paris, nucleo principale della mostra faentina curata da Harald Theil e Salvador Haro con la collaborazione di Claudia Casali.

L’eccezionale prestito mette insieme ceramiche di inestimabile valore che raccontano il percorso creativo dell’artista spagnolo nei confronti dell’argilla. Accanto alle opere parigine ci saranno inoltre quelle donate da Picasso stesso al Museo di Faenza e alcuni manufatti storici di grande valore. La ceramica classica (con le figure nere e rosse), i buccheri etruschi, la ceramica popolare spagnola e italiana, il graffito italiano quattrocentesco, l’iconografia dell’area mediterranea (pesci, animali fantastici, gufi e uccelli) e le terrecotte delle culture mesoamericane: questi saranno i protagonisti di un dialogo fertile, unico ed inedito.

Una sezione speciale è dedicata al rapporto tra Picasso e Faenza, con l’esposizione di documenti e fotografie, mai esposti, ed appartenenti all’archivio storico del Mic.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi