Dom 20 Ott 2019 - 135 visite
Stampa

Guglielmo Mari torna a ‘vivere’ fra le mura di Bondeno

Le opere dell'artista dell'avanguardia anni Ottanta verranno esposte nei corridoi del primo piano del Municipio

Bondeno. A cinque anni dall’ultima esposizione a lui dedicata, le opere di Guglielmo Mari tornano ad essere esposte a Bondeno. Anni fa, furono le sue “Inquietudini” ad essere state l’occasione di una rilettura della vasta produzione dell’autore, mentre stavolta l’artista dell’avanguardia pittorica degli anni Ottanta avrà un luogo di visibilità nei corridoi del primo piano del municipio.

«Un’iniziativa – spiega il sindaco Fabio Bergamini – che permetterà, come per tutti gli altri artisti che sono stati valorizzati in questo contesto, di poter essere riscoperti in Comune, a beneficio dei cittadini che vengono da noi per lo svolgimento delle proprie pratiche». Nella precedente esposizione delle opere di Mari fu un suo celebre autoritratto del 1985 (un acrilico su tela, che ben rappresenta le suggestioni dell’artista) a fare da copertina alla mostra. Stavolta, la selezione di opere pittoriche è stata scelta e promossa dalla famiglia di Mari e da alcuni artisti locali: Carlo “Alo” Andreoli e Stefano Tassi. I quali hanno collaborato con l’Ufficio Promozione del Territorio per realizzare questa esposizione, che rimarrà allestita fino al 6 gennaio 2020.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi