Ven 18 Ott 2019 - 1080 visite
Stampa

Chiusi giostre e skate park, il Comune: “Pericolosi, l’abbiamo fatto per la sicurezza”

L'amministrazione sta valutando se mantenere o sostituire le rampe: "Proibito l'uso di attrezzature non a norma, se qualcuno si fa male la responsabilità è dell’ente"

Copparo. Il parco non è stato chiuso ma lo skate park è stato transennato perché pericoloso e due giostrine sono state tolte perché non a norma. A più di due settimane dal divieto di utilizzo delle attrezzature del parco Verdi, l’amministrazione comunale ha deciso di fare alcune puntualizzazioni.

“Ci siamo resi conto – afferma il sindaco Fabrizio Pagnoni – che alcune informazioni non sono passate nel modo corretto perché riguardano la sicurezza e la nuova normativa di legge. Nessuna richiesta ufficiale da parte di cittadini su questo argomento, risposto da parte degli Uffici competenti a un paio di mail che chiedevano chiarimenti”.

All’incontro erano presenti l’assessore alle politiche giovanili Bruna Cirelli e Daniele Zappi dell’Area Tecnica del Comune di Ferrara.

Fabrizio Pagnoni, Daniele Zappi e Bruna Cirelli

«Abbiamo verificato le strutture di tutti i parchi pubblici – spiega l’assessore Bruna Cirelli – e il Parco Zardi ha da subito suscitato la nostra attenzione. Non abbiamo chiuso il parco, come forse si può intendere da alcuni passaggi sulla stampa locale, ma abbiamo transennato lo skate perché pericoloso, se qualcuno si fa male la responsabilità è dell’ente che non ha proibito l’uso di dispositivi pericolosi e non a norma. Due giostrine sono state tolte perché pericolose per i bambini più piccoli e le altalene sono aperte. Stiamo valutando soluzioni che puntano a mantenere o a sostituire le rampe in oggetto”.

Cirelli e Zappi hanno ricordato che nel quadro di manutenzione e ammodernamento delle attrezzature presenti nei diversi parchi della città, è prevista anche la sistemazione dei giochi del Parco Zardi, mentre nel 2017-18 si sono ammodernati e sostituiti i giochi al parco Curiel. La regola che ha mosso l’azione dell’amministrazione copparese è stata quella di “mettere in sicurezza attrezzature obsolete e realizzate senza certificazione di sicurezza”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi