Sab 21 Set 2019 - 6552 visite
Stampa

Spaccio di cocaina e marijuana, arrestati due giovani a Codigoro e uno a Ferrara

Controlli antidroga dei carabinieri. In manette due 30enni, bloccato un 23enne dopo la resistenza a pubblico ufficiale

Codigoro. Due giovani coetanei e connazionali arrestati venerdì sera dai carabinieri per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente a Codigoro, nella frazione di Italba. In manette E.A.A. e E.K.M., entrambi nati in Marocco nel 1989 e domiciliati a Codigoro.

I due trentenni, nel corso di una mirata attività antidroga da parte dei militari della locale Stazione, sono stati fermati verso le 21 di venerdì a bordo di un’auto in loro possesso.

È quindi scattata la perquisizione personale, veicolare e domiciliare, durante la quale sono stati rinvenuti complessivamente 15 grammi di cocaina, un bilancino elettronico di precisione e la somma in denaro contante pari a 1755 euro, ritenuta provento dell’attività illecita.

Lo stupefacente, il denaro e il bilancino sono stati sottoposti a sequestro, mente gli arrestati sono stati condotti in regime di arresti domiciliari presso la loro abitazione, in attesa dell’udienza con il rito direttissimo.

Non è l’unico arresto per spaccio compiuto dall’Arma nella giornata di venerdì. Nel corso del pomeriggio a Ferrara, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto I.M., nato in Nigeria nel 1996, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, poiché responsabile dei reati di spaccio e di resistenza a pubblico ufficiale.

Il 23enne, nel corso di un controllo eseguito in via Trotti Mosti, ha opposto una resistenza attiva contro i militari operanti per non farsi scoprire con la droga. Una volta immobilizzato, durante la perquisizione personale è stato trovato in possesso di 7 involucri contenenti complessivamente 5,50 grammi di marijuana e 0.8 grammi di cocaina.

Tutto lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro. L’arrestato è trattenuto presso una camera di sicurezza in attesa del processo con il rito direttissimo.

Durante la notte appena trascorsa, infine, gli uomini del Norm hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di false attestazioni a pubblico ufficiale, M.A., nato in Tunisia nel 1988, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, irregolare sul territorio nazionale. Il 31enne, durante un controllo effettuato in via delle Scienze, ha fornito ai carabinieri false generalità al momento dell’identificazione. Anche in questo caso l’arrestato è stato trattenuto presso una camera di sicurezza in attesa della direttissima.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi