Ven 20 Set 2019 - 978 visite
Stampa

Ferrara e Giappone si incontrano all’insegna della gastronomia

Una ventina di studenti nipponici in arrivo in città per scoprire cibi e tradizioni italiane

di Andrea Profili 

Ferrara e Giappone si incontrano di nuovo, dopo la prima storica missione diplomatica giapponese del 1585 che passò anche per Ferrara. La Ritsumeikan University di Kusatsu, su idea del professor Ishida Masayoshi, ha costituito il corso didattico “Scienza e Cultura Gastronomica”, grazie al quale ventidue studenti giapponesi saranno ospiti della città estense per un viaggio studio alla scoperta di cibi e tradizioni italiane.

Sabato 21 settembre la delegazione verrà guidata dall’amministrazione comunale tra aziende del settore gastronomico del territorio, come la società agricola Salvi, e successivamente parteciperà alla manifestazione Tramonto DiVino a Scortichino, mentre domenica 22 settembre incontrerà le istituzioni dell’Università di Ferrara e del mondo economico.

“Questo evento è molto importante per la nostra città – commenta il sindaco Alan Fabbri – e per far apprendere agli studenti giapponesi quelle che sono le tradizioni gastronomiche italiane. In una logica di promozione turistica, questo incontro apre moltissime possibilità per il futuro verso l’importante mercato del Giappone. Un ringraziamento va a Fernando Ferioli che mi ha proposto questa iniziativa all’indomani delle elezioni, alle aziende che si sono rese disponibili per ospitare gli studenti, all’Università di Ferrara e a tutti i partner che hanno partecipato all’organizzazione di questa tappa ferrarese”.

Dello stesso parere è l’assessore al Turismo Matteo Fornasini, che ha sottolineato quanto “questa bellissima iniziativa sia importante per il turismo della nostra città e per l’indotto che ne può generare. Mi auguro che possa essere il primo approccio verso una sinergia con il Giappone, mercato mondiale importantissimo, che ci consentirà di aumentare la nostra promozione turistica”.

La delegazione verrà accolta anche dai professori Unife Davide Bassi, che da anni svolge visite e ricerche sul Giappone, e Vincenzo Brandolini per i suoi studi alimentari.

A corollario dell’iniziativa, per il 2021 le associazioni culturali Salinguerra e Yujo-友情 hanno in cantiere progetti riguardanti sia la città estense che la Ritsumeikan University per continuare il dialogo di apertura al turismo italiano per il Giappone, sempre all’insegna della cultura e dell’enogastronomia.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi