Lun 2 Set 2019 - 1825 visite
Stampa

Moria di pesci, il Comune ricorda: “Nessun divieto di balneazione”

Dopo le rassicurazioni di Arpae quelle dell'amministrazione comunale di Comacchio: "Fenomeno preoccupante che si presenta ciclicamente"

Comacchio. “Ad oggi non sono pervenute note dalle competenti autorità preposte circa l’adozione di provvedimenti di divieto di balneazione”. Sulla spiacevole vicenda della moria diffusa di pesci sul litorale di Comacchio (e in parte nel ravennate) interviene ora l’amministrazione comunale, con una nota di chiarimenti che riprendono quanto già espresso da Arpae nei giorni scorsi.

“L’episodio che ha destato preoccupazione in coloro che hanno frequentato le nostre spiagge, è riconducibile ad una scarsità di ossigeno sul fondale marino, concomitante a fioritura algale” ribadisce il vicesindaco Denis Fantinuoli. “Come affermato dalla stessa Arpae tale situazione non deriva da apporti di sostanze inquinanti nelle acque di mare, ma come conseguenza di eventi eutrofici”.

“Il fenomeno, che ciclicamente si ripresenta, in particolare durante questo periodo dell’anno nell’area del Delta del Po, è stato favorito dalle ultime settimane particolarmente calde e dalle condizioni marine di scarso movimento delle acque (mare piatto), che sfortunatamente non permettono l’ossigenazione delle stesse”.

“Oltre alla pulizia ordinaria della battigia – dichiara inoltre Fantinuoli – il Comune di Comacchio per il tramite di Clara e della Cooperativa Brodolini, ha tempestivamente predisposto i servizi di pulizia straordinaria della battigia, finalizzati a raccogliere quanto si sta spiaggiando dal 29 agosto. Le operazioni – assicura – termineranno non appena si avrà la normalizzazione del fenomeno in atto”.

I fenomeni di anossia, purtroppo, nell’area del Delta, si ripropongono ciclicamente a seconda delle condizioni meteorologiche, in questa occasione l’area marina interessata è di notevole dimensione, amplificando di fatto il forte disagio per i fruitori del mare e delle spiagge.

 

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi