Mer 28 Ago 2019 - 4077 visite
Stampa

Scivolata sulla vasca? Baraldi contro Lodi: “Commento sessista”

La consigliera Pd critica il linguaggio del vicesindaco: "Rozzo, non consono al ruolo che ricopre e lesivo della dignità delle donne"

“Un linguaggio alquanto rozzo, assolutamente non istituzionale, con riferimenti sarcastici alle posizioni politiche e con una domanda retorica allusiva, carica del peggior sessismo”. È in questi termini che la consigliera comunale del Pd Ilaria Baraldi valuta la risposta del vicesindaco Nicola Lodi a Elena Bertelli nei commenti a un post di Estense.com sull”affaire’ panchine.

“Quindi se disinstalliamo l’idromassaggio dalla casa Acer occupata indebitamente da Naomo potrebbe liberarla a favore di chi ne ha realmente diritto?” domanda la lettrice. “Ahahah che figata! Ecco la civica fusarina! La vasca ti piace eh…” replica Lodi, pubblicando una foto della Bertelli con il logo di Azione Civica. Alla richiesta di chiarimenti, il vicesindaco scrive: “Ti piacerebbe volevo dire, era ironica e non offensiva come i tuoi commenti”.

Tanto basta alla Baraldi per presentare una interpellanza sui “commenti sessisti del vicesindaco”. Oltre alla “scivolata sulla vasca, in cui la pezza è peggio del buco”, la consigliera dem cita un’altra gaffe via social del leghista che, nelle stesse ore, ha condiviso una foto di Francesca Venturoli con i suoi figli per attaccare l’ex consigliere SI Leonardo Fiorentini con un “ma va in feri clè mei”, e chiosando con “un vicesindaco può dire “fat dar”?”. “Post che ha, prevedibilmente, generato una sequela di insulti e squallide illazioni a danno della signora” nota Baraldi.

La consigliera Pd reputa “il comportamento, l’eloquio, i commenti del vicesindaco assolutamente non consoni al ruolo che ricopre e lesivi della dignità delle donne” in un Comune che, invece, “si è sino ad ora distinto per politiche di genere che hanno come presupposto non solo l’ovvio rispetto della donna ma anche la lotta a stereotipi sessisti che sono il miglior (peggior) concime per la cultura machista sulla quale attecchiscono atteggiamenti di violenza purtroppo non solo verbale”.

Senza considerare, prosegue Baraldi, che “chi ha ruoli pubblici è tenuto ad un atteggiamento consono e rispettoso non solo del ruolo e delle istituzioni che si rappresentano ma anche e soprattutto dei principi e valori cui quelle istituzioni si ispirano, a partire dal rispetto delle persone, dal rifiuto del dileggio e del turpiloquio, dalla terzietà che occorre avere quando si interviene pubblicamente nella veste di un amministratore” e che “deve tenere conto del fattore emulativo di chi a quella carica guarda come esempio, col pericolo di ingenerare un’ormai abituale – soprattutto sui social – effetto valanga”.

Tema che verrà affrontato nell’incontro “Costituzione e rispetto: l’importanza delle parole non ostili“, organizzato dal Comune di Ferrara in collaborazione con Promeco e Comitato provinciale “Ferrara per la Costituzione” per il 16 settembre. Alla lezione-dialogo con gli studenti ferraresi sui diversi aspetti della Costituzione in rapporto all’uso aggressivo delle parole, presenzieranno anche il sindaco Alan Fabbri e il prefetto Michele Campanaro.

“Promuovere queste attività e tollerare comportamenti di componenti della propria Giunta di tono diametralmente opposto appare un atteggiamento politicamente schizofrenico” commenta Ilaria Baraldi che interpella il sindaco e l’assessora alle pari opportunità Dorota Kusiak “per conoscere quale sia il reale orientamento della Giunta sui temi della comunicazione pubblica dei propri membri, con particolare riferimento al rispetto della persona, dell’opinione (anche politica) altrui e della dignità della donna, che sia possibilmente compatibile con l’introduzione che farà il sindaco il 16 settembre, alla presenza di giovani cittadine e cittadini”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi