Sab 6 Lug 2019 - 2181 visite
Stampa

Tutela degli animali, il nuovo Assessorato rinforza il divieto dei fuochi d’artificio al parco urbano

Balboni rassicura le associazioni sul divieto di spettacoli pirotecnici o rumorosi nella zona dei canili e gattile: richiesta un'assunzione di responsabilità

Alessandro Balboni

Mai più fuochi d’artificio al parco urbano. Lo prevede già il regolamento comunale ma è stato disatteso dagli organizzatori della festa della Curva Ovest e tanto basta al neo assessore alla Tutela degli animali, Alessandro Balboni, per correre ai ripari e ribadire il “divieto di effettuare fuochi pirotecnici nelle aree e nelle zone dove sono ubicate strutture pubbliche di ricovero di animali, nel rispetto dell’ambiente e degli animali stessi”.

Le rassicurazioni sono giunte durante l’incontro richiesto dalle associazioni di tutela animali A Coda Alta, Avedev, Gata, Enpa, Lav, Lipu, Lega per la Difesa del Cane e Oipa con l’assessore Balboni sul mancato rispetto del divieto, già segnalato dal consigliere Pd Davide Bertolasi.

I botti esplosi sabato sera al parco urbano hanno terrorizzato gli animali, proprio nella zona in cui sorgono le uniche quattro strutture di ricovero per animali: due canili, il gattile, che ospitano complessivamente oltre 300 animali, e il Giardino delle Capinere.

L’assessore ha confermato le finalità e la validità di quell’articolo, approvato dal consiglio comunale nel marzo 2018 ad integrazione del regolamento comunale di tutela degli animali, ritenendo sbagliata l’effettuazione di fuochi e botti avvenuta la sera di sabato scorso.

Non solo: è stata infatti ravvisata la necessità di richiedere, d’ora in poi, agli organizzatori di qualunque iniziativa o manifestazione si svolga nel parco urbano una formale assunzione di responsabilità che in quell’area non potranno essere effettuati spettacoli pirotecnici o rumorosi di alcun tipo, prevedendo la vigilanza degli organi di controllo.

Una manifestazione di rispetto e tutela degli animali – che non implica il divieto di svolgere iniziative in quella zona – che ha soddisfatto le associazioni presenti. Entro il mese di luglio l’assessore Balboni convocherà la consulta comunale delle associazioni per tracciare un percorso di lavoro nell’ottica di un maggior impegno e sensibilizzazione ad affrontare i molteplici aspetti della tutela e del benessere degli animali.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi