Ven 28 Giu 2019 - 718 visite
Stampa

Un’opera rubata di Carlo Rambaldi finisce all’asta

"Atmosfere Spaziali 29" in vendita online, ma è stata oggetto di furto tempo fa. La Fondazione: "Procediamo per vie legali"

È finita su un’asta online e solo così gli eredi sono riusciti a rintracciare l’opera rubata. Pare una disavventura a lieto fine quella accaduta alla Fondazione Culturale Carlo Rambaldi, nata nel 2014 per preservare il patrimonio artistico del grande maestro vigaranese, che ha ritrovato un dipinto rubato tempo fa.

“Raro dipinto di Carlo Rambaldi, creatore di E.T., all’asta”. È stato questo l’annuncio, comparso nei giorni scorsi sulla casa d’aste online Catawiki, che ha fatto drizzare le orecchie al figlio Victor Rambaldi.

In vendita “Atmosfere Spaziali 29”, una delle opere del re degli effetti speciali contenute nella collezione “Atmosfere Spaziali”, esposta a livello internazionale per ammirare uno spaccato su altri percorsi artistici di Rambaldi oltre a quello degli effetti speciali. In questo caso l’opera mostra quella che potrebbe essere la superficie di un mondo sconosciuto, alieno e galleggiante nella vastità dello spazio, creato dalla fervida immaginazione del maestro.

“Emerge un’altra opera “sottratta” furtivamente. La piattaforma Catawiki ha provveduto a rimuovere il dipinto dall’asta, ma noi procederemo lo stesso per vie legali in quanto il dipinto in oggetto è già inserito in una denuncia di furto pregressa” è l’annuncio della Fondazione diffuso sui social per ringraziare la casa d’aste “per averla intercettata, e mettendola all’asta, avercela segnalata”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi