Mer 26 Giu 2019 - 4388 visite
Stampa

Muore di embolia a Cona dopo la frattura al femore: la procura apre un’inchiesta

Claudio Castellari era ricoverato dopo una caduta avvenuta martedì scorso. I pm indagano per eventuali responsabilità mediche

Una morte imprevedibile e improvvisa, avvenuta all’interno dell’ospedale di Cona dove era ricoverato per una frattura al femore. È questa il drammatico avvenimento che ha colpito Claudio Castellari, 64enne operatore socio sanitario dell’ospedale di Bentivoglio, deceduto sabato notte e sulla cui morte è stata aperta un’inchiesta da parte della procura di Ferrara.

Martedì scorso Castellari si era fratturato il femore cadendo ed era stato ricoverato a Cona per le cure del caso. Un infortunio piuttosto comune e che non aveva sollevato particolari preoccupazioni nel 64enne, che durante i giorni del ricovero aveva scritto e mandato foto ai familiari dall’ospedale prospettando un veloce rientro, nonostante patisse un certo affanno e piccoli problemi respiratori.

Sabato notte invece il drammatico epilogo, quando una tromboembolia ha colpito fatalmente Castellari. Il pm Andrea Maggioni ha aperto un fascicolo contro ignoti per cercare di risalire alle cause del decesso e ad eventuali responsabilità da parte del personale medico.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi