Lun 10 Giu 2019 - 2432 visite
Stampa

Pagnoni si prende Copparo: “Ansiosi di scendere in campo”

Il candidato della destra trionfa al ballottaggio contro Farina: “Servirà opposizione collaborativa, seppelliamo le asce di guerra e fumiamo insieme il calumet della pace”

di Roberto Galleran

Copparo. Al ballottaggio del 9 giugno vince nettamente il centrodestra di Fabrizio Pagnoni con il 56,43%, contro il 43,57% di Diego Farina, candidato del centrosinistra. L’affluenza è stata del 56,87%, ciò significa che hanno votato 7.946 cittadini su 13.973 iscritti al voto.

Il neosindaco sostenuto dal centrodestra si dichiara “contento” del risultato e afferma: “Non ci speravo in termini così netti, perché in genere quando l’affluenza è bassa è il centrodestra che ci perde di più. Ma alla fine il risultato ci ha premiato – sostiene -. Adesso siamo ansiosi di scendere in campo”.

Pagnoni considera la vittoria “soltanto come un punto di partenza” e afferma di avere ricevuto la telefonata del competitor Diego Farina: “Mi ha fatto i complimenti e io l’ho ringraziato. È il segno che tutto ritorna alla normalità dopo la campagna elettorale. Avremo bisogno di una opposizione collaborativa – continua -. È necessario seppellire le asce di guerra e fumare insieme il calumet della pace”. “ Il mio obiettivo sarà lo sviluppo del territorio”, spiega.

Deluso Diego Farina, il candidato del centrosinistra: “Abbiamo esposto il nostro progetto e non abbiamo niente da recriminare. Rifarei tutto allo stesso modo – dichiara -. Forse le persone hanno votato al locale seguendo l’onda nazionale”, continua Farina che ringrazia la sua squadra “perché è la migliore che potessi trovare, composta da persone competenti del territorio” e afferma: “Il nostro progetto ha ascoltato le esigenze di tutta la coalizione e ora saremo noi, all’opposizione, a valutare i progetti degli altri. In ogni caso, noi ci siamo, perché qui ci viviamo e teniamo al nostro territorio”. Non mancano i complimenti a Pagnoni con la speranza che “coloro che hanno vinto sappiano ciò di cui necessita il territorio”.

Le schede bianche coprono lo 0,40%, mentre quelle nulle, l’1,12%.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi