Sab 8 Giu 2019 - 1721 visite
Stampa

Ultime schermaglie con polemica prima del ballottaggio ad Argenta

Ha fatto discutere la notizia per cui Daniele Gulinelli (M5S) darà la sua preferenza a Curtarello

Argenta. Domenica si torna alle urne da cui uscirà il nome del nuovo sindaco che amministrerà Argenta per i prossimi cinque anni.

A contendersi la poltrona nello storico ballottaggio (il primo dopo 74 anni di governi della sinistra locale) ci sono da una parte Andrea Baldini, che forte del suo 46,18% è sostenuto dal Pd e da altre 5 liste civiche. Dall’altra Ottavio Curtarello in lizza per la Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Argenta Rinnovamento che riparte da un 40,73%.

Al voto sono chiamati 17511 elettori (di cui 67 sono neo-diciottenni, alla loro prima volta). Le urne sono aperte dalle 7 alle 23. Ventiquattro i seggi disseminati sul territorio, compresi quelli speciali (ospedali, case di accoglienza): 6 ad Argenta città, 2 a S.M. Codifiume, San Nicolò, San Biagio, Filo, Consandolo, Longastrino; uno solo a Campotto, Bando, Boccaleone, Ospital Monacale, Traghetto, Anita.

Negli uffici di delegazione di Codifiume e Longastrino sono attivate due sedi straordinarie dello sportello elettorale. Mentre il servizio trasporto disabili gratuito è stato assegnato all’associazione di pubblica assistenza Valle Pega. Info e prenotazioni tel: 0532/330249.

Intanto ha fatto parecchio parlare negli ambienti politici la notizia per cui Daniele Gulinelli, figura di spicco del Movimento 5 Stelle, consigliere comunale e braccio destro di Luca Bertaccini, terzo pretendente alla carica di primo cittadino, ma che domenica resterà alla finestra, darà la sua preferenza a Curtarello. “La notizia si commenta da sola – ha commentato Baldini –  riconosco solo in Gulinelli una grande dote di immaginazione. Individuare in Gabriella Azzalli o in Cesare Gaiani il nuovo che avanza, quando è 20 anni che provano a proporsi, la prima addirittura con quattro maglie diverse, dall’estrema sinistra all’estrema destra, ci vuole proprio della fantasia”.

Di diverso avviso ovviamente Curtarello, che chiosa: “E’ con grande soddisfazione che accolgo questa notizia. Incassare il consenso di Gulinelli è buona cosa, un valore aggiunto, importante, di peso, in vista delle consultazioni di domenica, dove si deciderà tra il passato e noi che invece rappresentiamo il futuro, il cambiamento”.

Intanto al di là dei fair-play dimostrati dal sindaco uscente, Antonio Fiorentini (ha cancellato dai tabelloni elettorali le scritte vandaliche iscritte a vernice, contrarie alla destra) e del ministro Salvini (dal palco di Piazza Marconi ha mandato baci alla nutella a due contestatrici che ostentavano striscioni di non gradimento tra la folla) Baldini e Curtarello si sono cimentati ieri sera nelle ultime schermaglie: il primo con un comizio a San Domenico, dove a suo tempo ha annunciato la sua discesa in campo, il suo avversario al ristorante Nonno Socrate di Consandolo.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi