Ven 31 Mag 2019 - 76 visite
Stampa

‘Impresa in azione’, il Remo Brindisi tra i finalisti del progetto regionale

L'istituto superiore con sede a Lido degli Estensi promossa con l'idea di una una web-agency tecnologica dedicata al territorio del Delta del Po

Comacchio. Imprenditorialità, spirito di iniziativa, creatività ed entusiasmo sono stati gli ingredienti principali che hanno portato l’Istituto Remo Brindisi del Lido degli Estensi, con il sostegno della Camera di commercio di Ferrara, ad aggiudicarsi la finale regionale di ‘Impresa in azione 2019’, il programma di educazione imprenditoriale più diffuso nelle scuole superiori che, sotto la supervisione della Commissione Europea e del Ministero della Pubblica istruzione, ogni anno coinvolge 16mila studenti italiani e oltre 400mila studenti di tutta Europa.

Sul gradino più alto del podio, dunque, davanti a una folla di 800 studenti che martedì scorso ha invaso le sale del Centro Congressi di Fico Eataly World a Bologna, 16 ragazzi della classe 3A dell’Istituto comacchiese che, con il loro progetto (una web-agency supportata dalle più recenti tecnologie e dedicata al territorio del Delta del Po), hanno guadagnato l’accesso alla fase nazionale della competizione, che si svolgerà a Milano dal 3 al 4 giugno prossimi. La vincitrice della finale nazionale rappresenterà l’Italia nella JA Europe Company of the Year Competition, dal 3 al 5 luglio, a Lille in Francia.

La finale di Bologna è stata l’occasione per le 43 scuole provenienti da tutta la regione per confrontarsi con i potenziali clienti/utenti che sono transitati dal Parco ma, soprattutto, per mostrare ad una giuria composta da imprenditori, professionisti, manager e ricercatori universitari le idee d’impresa, il resoconto dell’attività svolta, la forza del gruppo di lavoro e le strategie di marketing messe in atto.

Dopo il taglio del nastro da parte del presidente di Unioncamere Emilia-Romagna, Alberto Zambianchi, la mattinata è proseguita con l’apertura degli stand ed è stata occasione anche per uno speaker’s corner in cui analizzare temi di comunicazione digitale, soluzioni alternative di finanziamento e il ruolo del tutor durante il percorso di Alternanza scuola lavoro.

“Progetti come Impresa in Azione – ha sottolineato il presidente della Camera di commercio, Paolo Govoni – dimostrano nella realtà che l’Alternanza è scuola a tutti gli effetti, favorendo una maggiore consapevolezza nei giovani circa le loro scelte future, fornendo le competenze, soprattutto trasversali, necessarie per affrontare il mondo del lavoro. Ora che la recente riforma ha assegnato alle Camere di commercio nuove importanti competenze in tema di Alternanza – ha concluso Govoni – il nostro impegno si moltiplica focalizzando l’attenzione su tutti gli attori coinvolti nel processo, con l’obiettivo di favorire un percorso di condivisione ed abbattere le distanze tra le realtà produttiva e scolastica, non sempre allineate.”

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi