Gio 23 Mag 2019 - 711 visite
Stampa

Attacco omofobo e solidarietà alternata

Esprimo tutta la mia solidarietà al candidato consigliere Giacomo Gelmi per il vile attacco omofobo che ha ricevuto. Fa bene a riderci su, così come ha fatto bene a denunciare il fatto. Perché questi fatti sono purtroppo ancora il pane quotidiano per tutti coloro che si espongono e ci mettono la faccia.

L’omofobia è una malattia che non si riesce a debellare dalla testa di troppi ancora. Non so chi possa essere stato, vedo che molte persone che commentano ne stanno facendo una questione di conflitto preelettorale e un attacco da parte degli “avversarsi politici”. Purtroppo non penso sia così.

L’autore potrebbe essere chiunque e questo genere di episodi sono continui. Per questo il lavoro di Arcigay e delle associazioni lgbti+ è fondamentale. Per questo mi dispiace che Alan Fabbri non fosse presente il 17 maggio in Ripagrande e si sia limitato a un post su Facebook.

Per questo mi dispiace che chi ora difende giustamente Giacomo, non prenda sempre le parti di chi è oggetto di offese del genere. Per questo mi dispiace che quando succede a qualcuno di noi, e con noi parlo di attivisti di Arcigay o altre associazioni, sono ancora troppi a darci addosso. Per questo rimango senza parole quando leggo parole di solidarietà da parte di persone che mi hanno a più riprese insultata e offesa anche sui social.

Spero davvero che questo episodio faccia comprendere a tutt* che la lotta all’omofobia e alla transfobia deve essere trasversale, quotidiana, culturale. Perché tutte noi persone lgbti+, appena ci mettiamo la faccia, siamo oggetto di insulti da parte di qualche bullo. Perché scrivere una cosa del genere è un gesto da bulli omofobi e non fa ridere !

Manuela Macario
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi