Lun 20 Mag 2019 - 459 visite
Stampa

Riapre la storica falegnameria “Pinca”

Sarà gestita del nipote Matteo Cavallari. Bergamini: "Esempio di tradizione"

Bondeno. Entrando nell’azienda, la prima cosa che si nota distintamente è l’odore del legno. Quello che viene lavorato con cura e pazienza da generazioni, all’interno di quella che si può definire una delle ultime botteghe artigiane del territorio. Sono stati il sindaco Fabio Bergamini, il vicesindaco Simone Saletti e l’assessore Marco Vincenzi a tenere a battesimo l’inaugurazione della nuova Falegnameria “Pinca”, sabato pomeriggio.

Un’impresa (quella situata in via Giordano Bruno) che sarà gestita da Matteo Cavallari, nipote del fondatore della falegnameria stessa, nata nel 1961. «Ho deciso di creare un mio laboratorio di falegnameria – rivela il giovane imprenditore – con l’auspicio di incentivare più persone ad avere uno stretto contatto col “vecchio artigiano” di una volta, impegnato anche sul tema delle piccole riparazioni. Il percorso che mi ha portato qui è stato agevolato da molte persone e istituzioni, come il sindaco, il Comune e la Confartigianato di Cento, che ringrazio per la disponibilità e la collaborazione».

Ovviamente, nella nuova impresa che porta avanti la tradizione di famiglia non si effettuano solo riparazioni, ma si producono anche zanzariere, tende a veneziana e porte a soffietto, finestre in Pvc e tapparelle: tutto su ordinazione e su richiesta del cittadino, in un rapporto diretto che porta alla personalizzazione del risultato finale. Quello che si è voluto riaffermare, con il cerimoniale di sabato, «è il concetto di riportare in città quei servizi che, nella nostra epoca, stanno progressivamente sparendo – ribadisce il sindaco Fabio Bergamini –. La nostra attenzione si rivolge verso attività produttive e commerciali di diverso tipo, delle quali è importante conoscere attentamente le singole esigenze».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi