Gio 16 Mag 2019 - 1627 visite
Stampa

La leggenda della Mille Miglia incanta Ferrara

La città ha salutato calorosamente il passaggio dei 450 bolidi storici

(foto di Alessandro Castaldi)

di Simone Pesci

Una leggenda senza tempo, una corsa che con il passare degli anni attrae nelle piazze migliaia e migliaia di persone in festa, grandi e piccini, tutti sventolanti le bandierine con il celebre logo della Freccia Rossa.

Non ha fatto eccezione Ferrara, che ieri – mercoledì 15 maggio – alle 19 ha accolto calorosamente, seppur in una giornata insolitamente fredda per il periodo, il passaggio dei 450 bolidi storici della Mille Miglia, prodotti da oltre 70 case automobilistiche e guidate da piloti di 30 paesi. Una Mille Miglia che, se possibile, quest’anno è stata resa più magica dalle celebrazioni per la ventesima edizione ospitata dalla città di Ferrara con la regia di Nicola e del compianto Cesare Borsetti, vero proprio ‘papà’ della Freccia Rossa.

Lo spettacolo, tuttavia, è iniziato attorno alle 17.15, quando la quiete della città è stata rotta dal rombo dei motori di moderne Ferrari e Mercedes, che con il loro “Tribute to Mille Miglia” hanno stemperato l’attesa dei numerosi appassionati di auto che si sono riversati in centro. Poco prima delle 19, finalmente, le 450 vetture hanno percorso Ercole I d’Este, per poi percorrere corso Martiri della Libertà e il Listone, dove attendere gli equipaggi c’era un controllo a timbro.

Nonostante il forfait dell’ultimo momento dell’ex pilota di Formula 1 Giancarlo Fisichella, i vip non sono mancati, in particolare i due chef, passati alla ribalta con il programma Masterchef, Joe Bastianich e Carlo Cracco, che ha deciso di correre la sua prima Mille Miglia a bordo di una Lancia Aurelia B20 Berlinetta Pininfarina del 1951.

Quattro, invece, gli equipaggi di casa, a partire da Giulio e Riccardo Felloni, i primi ad entrare trionfalmente in centro sulla propria Bugatti Type gialla del 1925, seguiti in ordine di tempo da Alessio De Angelis, seduto al fianco del pilota Massimo Paglione su una Rally Abc Gran Sport del 1927. Completano gli equipaggi ‘nostrani’ Sergio Sisti e Anna Gualandi al volante di una Lancia Lambda del 1929, e la coppia composta da Maurizio Chiarini e Roberto Vancini a bordo di una Porsche 356 del 1957.

Dopo aver percorso a ritroso il Listone, la carovana della Mille Miglia ha svoltato in corso Giovecca per lasciare la città in direzione Comacchio, penultima località di passaggio prima dell’arrivo previsto in serata a Cervia. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi