Dom 24 Mar 2019 - 4044 visite
Stampa

Modonesi lancia la squadra all’Acquedotto: “Ferrara è bella come le sue persone”

Il candidato del centrosinistra raduna un centinaio di persone che si sono dette disponibili alla candidatura: "Oltre alla lista del Pd almeno altri due simboli, li sveliamo la prossima settimana"

di Martin Miraglia

Il candidato del centrosinistra Aldo Modonesi ha radunato un centinaio di persone tra candidati e sostenitori delle ‘sue’ liste per un photoshoot sulla scalinata dell’Acquedotto che vale anche come prima uscita pubblica della sua squadra. Mancano ancora i simboli e i nomi delle liste che sosterranno le sue candidature, ma per Modonesi questa è una scelta ragionata: “C’è chi lancia le liste prima ancora di aver trovato qualcuno, noi invece prima presentiamo le persone e poi (ma comunque a breve, ndr) i simboli”, dice.

Simboli, che tra l’altro, saranno tanti: ci sarà la lista del Pd, ovviamente, in cui ci sarà posto per gli iscritti e qualche indipendente senza tessera di partito, più altre due liste “ma forse anche tre” che invece conterranno le candidature di cittadini comuni che non hanno necessariamente già una storia politica ma che “sono trasversali, dall’insegnante alla casalinga, dall’uomo di sindacato al neo 18enne che ancora frequenta le superiori, si chiama Elia, al pensionato”.

Alcuni volti noti compaiono comunque, anche se si contano sulle dita di poche mani tra una grossa compagine di facce nuove. Nella foto di gruppo comunque trovano posto Davide Bertolasi, Pietro Turri, Vito Guzzinati, Dario Maresca, Girolamo Calò e Patrizia Bianchini — già in consiglio comunale —, oltre al segretario provinciale dem Luigi Vitellio e a quella cittadina Ilaria Baraldi, la preside del ‘Vergani – Navarra’ Roberta Monti, l’ex sindaco di Poggio Renatico Paolo Pavani, l’insegnante (già all’interno di Addizione Civica) Paola Chiorboli e gli assessori Caterina Ferri, Simone Merli e Cristina Corazzari.

“Oggi presentiamo le persone che hanno dato le loro disponibilità ad essere candidate, a mettersi in gioco e a dedicare parte del loro tempo per il bene della città mettendoci la faccia. Sono tante, ad oggi siamo ad oltre 100 persone che si sono dette disponibili e c’è una trasversalità di generazioni, di storie, di professioni. Ci sono persone nate e cresciute a Ferrara, altre che invece per diversi motivi hanno fatto di Ferrara la loro città”, commenta a margine dell’evento il candidato sindaco Aldo Modonesi, che poi annuncia che “la prossima settimana annunceremo anche i simboli e le varie liste. Oltre alla lista del Pd faremo sicuramente altre due liste, e forse anche una terza viste le disponibilità che continuano ad arrivarci in queste settimane. Una sarà dedicata ai territori, con persone che vivono nelle frazioni, e un’altra che troverà la sua forma d’essere nell’impegno in città. La città è bella perché sono belle le persone che hanno contribuito in questi anni a far crescere la nostra città”.

A dirsi felice è anche la segretaria dem Ilaria Baraldi: “Sono molto contenta. La prossima settimana ci sarà un’assemblea comunale nella quale ci sarà l’ufficializzazione dei candidati. Come promesso si va oltre il Pd, il Pd c’è insieme a tanta altra gente. Oggi è una gran bella giornata”. Modello Abruzzo quindi? “Sì, ma poi vinciamo, sono molto ottimista. Quando comincia la campagna elettorale la gente è capace di vedere le promesse e chi è in grado di mantenerle”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi