Sab 23 Mar 2019 - 264 visite
Stampa

Una ‘Schola Cantorum’ per la parrocchia di Masi Torello

L'inaugurazione ufficiale dell'iniziativa sarà il prossimo 28 aprile

Da alcuni mesi la Parrocchia di Masi Torello vede un grande sforzo organizzativo per dare alla comunità dei fedeli una “Schola Cantorum”. Con l’approvazione del Parroco Don Giuseppe Crepaldi e l’impegno del Collaboratore parrocchiale Luca Marchetti e dopo gli opportuni contatti con il Maestro Gianmaria Raminelli, sono state attivate alcune riunioni di parrocchiani intenzionati a impegnarsi in una scrupolosa preparazione musicale e canora al fine di dare onore e splendore alle celebrazioni liturgiche con l’ausilio dell’Organo a canne presente nella Chiesa parrocchiale.

Le prove iniziate tempo fa, il repertorio appositamente studiato dal M° Raminelli e strettamente legato alle necessità liturgiche sempre in accordo con il Parroco, la scelta di brani di autori che rappresentano dignitosamente la Musica Liturgica italiana dal Gregoriano, al Classico, al Moderno, al Contemporaneo: sono questi i cardini fondamentali di una operatività solerte e ricca di soddisfazioni che ha avuto modo già nella celebrazione delle sacre Ceneri e in quella successiva del 15 Marzo alla presenza dell’Arcivescovo di Ferrara-Comacchio, di sottolineare un impegno meritorio che non tarderà a manifestare in avvenire frutti ancora più ricchi.

A tale proposito, in data 28 aprile ore 11 verrà formalmente costituita la Schola Cantorum intitolata al Patrono S. Leonardo Abate. In tale occasione, nel corso della S. Messa per le tradizionali Sante Quarantore, la comunità di Masi Torello potrà apprezzare una apposita cerimonia mai verificatasi prima nel corso della quale l’organista e direttore del Coro M° Gianmaria Raminelli, presenterà i membri della Corale polifonica che verranno ammessi attraverso un apposito rito a far parte della compagine canora.

Si tratta di una vera e propria “chiamata a svolgere e a ricoprire in pieno il compito di servizio per la lode a Dio attraverso uno studio musicale e vocale che non potrà essere disgiunto da un cammino di catechesi e di preparazione liturgica serio e consapevole”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi