Lun 18 Mar 2019 - 1473 visite
Stampa

Eravamo troppo di sinistra

Per certi versi il partito Democratico su alcuni temi sta diventando quello che erano PRC E PDCI alcuni anni fa.

Lo ricordo perché frequentavo i circoli (non del PD) e molti membri di questo partito ci dicevano che eravamo troppo di sinistra, anzi “va bene la sinistra, ma non così tanto” e io mi spanciavo dal ridere, non capivo dove volessero andare a parare.

Poi ho capito…

Volevano vincere: non importavano le idee, i programmi, l’identità e nemmeno chi fosse al timone, la cosa importante era tenere ben saldo il potere.

E allora il voto utile, la responsabilità di governo con la destra, Alfano, Verdini e compagnia bella…

Veramente, mi fanno tenerezza.

Sentir parlare alcuni esponenti di questo partito in modo così schierato su questioni che avrebbero dovuto, a suo tempo, portare avanti senza paura, con convinzione e determinazione perché storia di quel partito, oltre a farmi tenerezza, mi fa anche un po’ rabbia.

Se fossero rimasti dalla stessa parte, con i propri concetti ed i propri ideali, se non avessero scelto come capofila uno come Renzi, che di sinistra non ha niente, se non avessero avallato un assortimento di leggi che nemmeno la peggiore delle destre avrebbe garantito, Art.18, jobs Act e buona scuola su tutte, ora sarebbero più credibili.

Lo dico per la prossima volta, fate attenzione a stravolgere una storia politica nata dalla resistenza.

Ora Zingaretti, uomo di valore senza dubbio, una vita in politica, forse troppa politica,  presidente della regione Lazio, cosa può fare per rimettere in moto i principi della sinistra?

Sicuramente non andare a Torino per la TAV.

Sicuramente non sostenere le politiche fatte dai suoi predecessori.

Buon lavoro segretario, ma ancora una volta naturalmente senza di me.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi