Ven 15 Mar 2019 - 999 visite
Stampa

Ladro salvato da ipotermia confessa in tribunale e si scusa coi carabinieri

Ha ammesso i reati e si scusato con i carabinieri che a meno di 24 ore di distanza lo avevano prima inseguito e poi salvato da ipotermia, per poi chiedere il patteggiamento durante l’udienza per direttissima. Questa la cronaca in sintesi del processo a M.Z., il 28enne tunisino arrestato nella notte tra martedì e mercoledì per tentato furto e resistenza ufficiale, dopo essersi introdotto nel negozio Poderi Arreda in via Santini.

A difendere il giovane nel ruolo di difensore d’ufficio era l’avvocato Darien Levani, che ha proposto il patteggiamento alla procura per una pena di due anni e sei mesi, ridotta di un terzo a un anno e otto mesi in virtù della scelta del rito. Una richiesta che ora verrà valutata da procura e tribunale e a cui verrà data risposta giovedì prossimo. Da chiarire è anche la posizione di M.Z. sul territorio italiano, dal momento che non è stato possibile avere sufficienti informazioni sul suo permesso di soggiorno. Il 28enne in assenza di permesso di soggiorno non potrebbe avvalersi della condizionale e potrebbe andare incontro a due possibilità: l’espulsione o la detenzione in Italia, seguita da espulsione.

Il 28enne era stato fermato attorno alle 4 di notte da una pattuglia di carabinieri, inviata presso il negozio di arredamento per un furto in atto. Il 28enne è uscito di corsa da una porta ed è stato inseguito dai militari, ma una volta raggiunto è riuscito a liberarsi spruzzando dello spray al peperoncino contro il carabiniere che lo aveva afferrato per un braccio. La fuga dell’uomo si è poi conclusa in un canneto poco distante, dove ha cercato invano di nascondersi per circa un’ora. I militari lo avevano però avvistato e prima sono rimasti in attesa, per poi attivarsi e salvare il 28enne quando ha chiesto aiuto: il freddo lo stava infatti mandando in ipotermia. L’uomo è stato ricoverato a Cona prima del processo per direttissima che si è svolto ieri mattina.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi