Ven 1 Feb 2019 - 1064 visite
Stampa

Lago Nazioni inquinato? “È in perfetta salute. E aspetta Jovanotti”

Dopo le recenti segnalazioni la direttrice di Spiaggia Romea assicura: "Nessuna sostanza nociva, è un fenomeno ricorrente in questo periodo". E su Jovanotti: "Disponibili, ma non è un 'Lake Party' e non credo sussista il problema"

Foto di Sabrina Ruffati

di Giuseppe Malatesta

Comacchio. Non sono mancate, nelle ultime settimane, segnalazioni circa la ‘strana’ presenza di schiuma e sostanze oleose galleggianti sul suggestivo lago del Lido delle Nazioni, un bacino di acqua dolce ricompreso nella proprietà privata della Società Agricola Vivai Mazzoni.

Tra queste, a fine anno, quella che immortalava i cigni che abitualmente nuotano nelle acque del lago circondari da una “grossa macchia oleosa”, dovuta probabilmente ad uno sversamento di sostanze inquinanti da parte di agricoltori poco accorti. Questa l’ipotesi di Giordano Telloli, che aveva provveduto ad informare le autorità locali. Nei giorni successivi, a destare particolarmente stupore è stata invece la densa schiuma depositata sul pelo dell’acqua, anche questa di provenienza ‘misteriosa’.

A sgombrare il campo da dubbi ed equivoci è, anche a nome della proprietà, la direttrice del Club Village & Hotel Spiaggia Romea, struttura ricettiva del gruppo Mazzoni operativa a poca distanza dal Lago. “Quello della schiuma secca è un fenomeno che si presenta tutti gli anni in corrispondenza di condizioni climatiche che vedono sbalzi di temperature degne di nota” spiega Francesca Santonastaso.

“Il lago è sottoposto costantemente ai controlli di Arpae, che ha eseguito le ultime analisi non più tardi di un mese fa (proprio a ridosso delle segnalazioni, ndr) non rilevando nessuna sostanza nociva. In caso contrario saremmo stati avvertiti e probabilmente i cigni, che vivono e si nutrono nel Lago, non sarebbero ancora lì. Incamerando acqua dal vicino mare di Lido di Volano è possibile che le sostanze che arrivano da lì possano incidere sull’equilibrio delle alghe interne”.

Il Lago è in perfetta salute dunque e – cambiando argomento ma restando in tema di attualità – proprio in questi giorni viene designato come location ideale e alternativa a quella dell’arenile di Lido degli Estensi per il discusso concerto di Jovanotti. Cogliendo l’occasione, Santonastaso conferma la proposta degli operatori locali, in particolare del presidente del ‘Nuovo Consorzio Lido Nazioni’ Gianni Nonnato, di valutare la cosa. “Ci è stata chiesta la disponibilità per la proprietà legata al Bar del Lago: da parte nostra è massima, perché assolutamente non si può perdere, nel caso, un evento di quella portata”.

“Tuttavia – aggiunge la direttrice – non credo che il fatto sussista, considerato che si tratta del Jova Beach Party (non di un ‘Lake Party’) e che l’amministrazione comunale e gli organizzatori si stanno muovendo per confermare luogo e data del concerto, che a mio parere hanno un senso. Non abbiamo avuto alcun contatto con loro né abbiamo avanzato proposte, ma è logico che pur di non perderlo ci rendiamo completamente disponibili. In quel caso, prima di ogni conferma, ci saranno ovviamente da considerare tutte le specifiche che un evento del genere muove, in termini di sicurezza, controlli di accesso, parcheggi e quant’altro”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi