gio 15 Nov 2018 - 664 visite
Stampa

Il vescovo Perego al Festival della Migrazione: “Dobbiamo passare dai numeri alle persone”

L'arcivescovo di Ferrara è stato ospite a Modena insieme a Romano Prodi e al presidente della Caritas Francesco Montenegro

C’era anche l’arcivescovo di Ferrara e Comacchio Gian Carlo Perego tra i grandi protagonisti del Festival della Migrazione di Modena, una tre giorni da quasi 5mila presenze che ha visto anche la presenza di Romano Prodi e il presidente della Caritas italiana (nonchè cardinale di Agrigento) Francesco Montenegro.

Perego ha preso spunto dal titolo della terza edizione del festival ‘Umani 100%’, per ribadire la necessità di passare a un approccio che tenga conto delle storie e delle singole vite, più che dei freddi numeri sulle migrazioni: “Dobbiamo passare dai numeri alle storie delle persone. Ci sono drammi, viaggi disseminati di sofferenze: l’umanità deve andare anche incontro a questo aspetto delle migrazioni. La preoccupazione oggi è vedere ulteriormente indebolita questa umanità, sbilanciando l’esperienza legislativa sull’immigrazione sul tema della sicurezza. Sarebbe un errore gravissimo: la parola umanità è una provocazione forte in questo contesto politico e culturale”.

Parole a cui fanno eco quelle di Prodi, presidente del comitato scientifico della manifestazione, che sempre citando la situazione attuale afferma che “Siamo in un periodo di smarrimento: tutti i fenomeni sociali vanno gestiti e organizzati, ma qui stanno riemergendo manifestazioni di odio e questo preoccupa moltissimo. È un momento storico di irrazionalità. Le tensioni paradossalmente peggiorano nell’anno in cui l’immigrazione cala. La gente deve convincersi, col tempo, della verità delle cose: non parlo di buon cuore, mi accontento che torni la razionalità, ad esempio a proposito dei nostri problemi demografici ed economici che sono enormi”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi