Ven 5 Ott 2018 - 156 visite
Stampa

Ascom e Terziario Donna insieme per ‘Tecniche di difesa sul luogo di lavoro’

Presentato il seminario che si terrà l'11 ottobre a Gualdo. Urban: "Protezione a tutela delle imprenditrici, protagoniste di episodi d'intolleranza"

di Davide Soattin

Un seminario per comprendere come difendersi e reagire ad eventuali minacce, mentre si è al lavoro. Questo l’obiettivo dell’evento ‘Tecniche di difesa sul luogo di lavoro’ che, organizzato e finanziato dall’Ente Bilaterale del Terziario con il supporto di Ascom Ferrara e Terziario Donna, si svolgerà giovedì 11 ottobre a partire dalle 14.30 presso Borgo Le Aie a Gualdo.

Lo scopo è chiaro: fornire indicazioni, strumenti e suggerimenti per migliorare la propria difesa personale e approfondire i temi della sicurezza con particolare riferimento a chi opera nel settore del commercio, del turismo e dei servizi.

“Nel giro di un anno abbiamo già dato vita a tre iniziative concrete: dal ‘Vademecum sulla sicurezza per le imprese commerciali’ – ha sottolineato il direttore generale Ascom Ferrara, Davide Urban – alla pubblicazione di ‘Stop alla violenza sulle donne’, per finire a questo primo seminario pratico di protezione personale, soprattutto a tutela delle imprenditrici e delle lavoratrici che sono protagoniste di un incrementarsi di episodi d’intolleranza sul posto di lavoro. Vogliamo far capire l’importanza dell’iniziativa, al fine di organizzarne altre di grande impatto, su una tematica particolarmente sentita dalla base associativa e non solo”.

Un seminario quello della prossima settimana che, oltre a trovare il convinto appoggio di Federica Sandri, rappresentante di Terziario Donna, per “l’utilità nell’insegnare tecniche di difesa fisica e psicologica a ragazze e signore troppo spesso oggetto di violenze ed intimidazioni più o meno subdole”, vedrà tra i relatori tutta l’esperienza del maestro di arti marziali Mauro De Marchi, commissario tecnico della Federazione Italiana Krav Maga e presidente nazionale della World Martial Art Committe, a cui è toccato il compito di mostrare le caratteristiche ed i punti principali dell’incontro.

“Sarà un momento di informazione e formazione psicofisica fondamentale – ha spiegato l’allenatore -, per preparare atteggiamenti, comportamenti e tecniche di autodifesa rispetto ad un potenziale disagio o pericolo. Cercheremo di ricreare in tutti gli aspetti le situazioni quotidiane, ad esempio all’interno dell’attività commerciale, in modo da individuare come muoversi di volta in volta nella maniera più corretta possibile, avendo come obiettivo quello di salvaguardare l’incolumità delle operatrici”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi