dom 12 Ago 2018 - 986 visite
Stampa

Argenta saluta i tre concittadini vittime della strada

Lunedì il funerale di Enrico Strollo deceduto in un fuoristrada. Unica cerimonia per la coppia finita con l'auto nel canale

Enrico Strollo

Argenta. Sono giorni di lutto ad Argenta che si prepara a dare l’ultimo saluto a tre suoi concittadini: lunedì e martedì si svolgeranno infatti i funerali di Enrico Strollo e dei coniugi Sergio Pozzati e Oliva Rosa Mortillaro, deceduti in questi ultimi giorni in due terribili incidenti stradali.

La prima cerimonia è per Enrico Strollo, 57 anni, operaio e autista soccorritore volontario dell’associazione di pubblica assistenza Valle Pega, morto in un tragico fuoristrada sulla via Cascine a San Biagio.

Erano le 6.30 e tornava a casa, a Filo, dopo aver finito il suo turno di lavoro notturno alla fabbrica del pomodoro di Argenta. Lascia nel dolore la figlia Liliana e la ex moglie. Lunedì 13 agosto alle 15.30, la salma dalla camera ardente dell’ospedale Vandini di Argenta verrà trasportata in chiesa a Campotto. E, dopo la celebrazione della messa di suffragio, tumulata nel vicino cimitero locale.

Oliva Rosa Mortillaro e Sergio Pozzati

Saranno officiate in una unica cerimonia le esequie di Sergio Pozzati, 79 anni, e della sua compagna Oliva Rosa Mortillaro, 85 anni, di origine siciliana, che hanno perso la vita annegati nelle acque del canale San Luigi, nei pressi della stazione ferrovia di Consandolo.

Venivano da Cologno Monzese, dove abitavano, dopo che la famiglia di lui, originaria di La Fiorana di Bando, e dove qualcuno ancora lo ricorda col soprannome di “Bilon” (che lavorando all’Innocenti aveva conosciuto un non ancora famoso Albano) si era trasferita a Milano negli anni ’60. Dovevano trascorre un periodo di vacanza, sino a fine mese, nella loro casa di via Praga, ad Argenta.

Prima erano attesi a cena dal nipote, a Consandolo, dove purtroppo non sono mai arrivati. La loro auto, uscita di carreggiata, si è inabissata nelle acque dell’invaso, profonde circa 2 metri. Martedì, alle 10.30, dall’obitorio del Vandini, i feretri verranno trasferiti nella chiesa di Bando. E, dopo la funzione religiosa, inviate a Molinella per la cremazione. Le ceneri saranno poi custodite nel cimitero di Bando.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi