Dom 5 Ago 2018 - 3179 visite
Stampa

Turismo, calano gli arrivi e i pernottamenti

Ferrara è l'unica provincia della Regione in calo nei primi 6 mesi del 2018, -0,6% e -3,2%

A Ferrara e provincia gli arrivi tengono botta, lieve flessione dello -0,6%, ma calano i pernottamenti, -3,2%: è ciò che si evince dai dati Istat che fotografano i flussi turistici in Emilia-Romagna nei primi sei mesi del 2018. In questa graduatoria Ferrara è maglia nera, l’unica provincia regionale che chiude il semestre con due segni meno. Il territorio sta diventando preda dei turisti ‘mordi e fuggi’, quelli che arrivano, visitano il luogo e poi la sera se ne vanno, senza pernottare.

E’ così soprattutto per il turismo italiano, che cala sia dal punto di vista degli arrivi (-2,2%), che per quello dei pernottamenti (-5,2%); aumentano invece gli stranieri in visita a Ferrara e provincia, +3,8% che diventa +1,2% se si considerano quelli che trascorrono almeno una notte sul territorio ferrarese.

Entrando più nello specifico, Ferrara cala del -3% e del -4,6% per arrivi e pernottamenti, mentre Comacchio e i suoi Lidi resistono e, anzi, aumentano il numero di turisti del 3,4%, anche se dall’altra parte della barricata c’è un -2,6% che tiene conto delle notti passate nelle strutture ricettive della zona. Crollano in maniera significativa i dati di Codigoro e Goro, che incidono in maniera pesante (-37,9% e -16,5%) nell’economia del bilancio del primo semestre ferrarese.

Osservando i dati su scala regionale, tutte le province mantengono un trend positivo, a eccezione di Ferrara, e le località costiere della provincia di Rimini vantano numeri sempre in crescita. E’ boom di pernottamenti, invece, a Bologna, Parma e Piacenza, che da questo lato crescono di oltre il 10%, raggiungendo picchi del 12,8%.

E se la Regione incrementa – tenendo conto di tutte le nove province – i dati del 4% sui pernottamenti e del 3,6% sugli arrivi, molto lo si deve al turismo estero: Germania, Russia, Svizzera e Francia sono i Paesi dai quali giungono più vacanzieri, anche se nelle prime tre posizioni i dati sono in leggera flessione. L’Emilia-Romagna, dati alla mano, sta però conquistando molti britannici, che aumentano i propri turisti del 10,3% e del 14,3% i pernottamenti, e belgi, +11,4% e +11,7%.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa