dom 5 Ago 2018 - 2265 visite
Stampa

Turismo, calano gli arrivi e i pernottamenti

Ferrara è l'unica provincia della Regione in calo nei primi 6 mesi del 2018, -0,6% e -3,2%

A Ferrara e provincia gli arrivi tengono botta, lieve flessione dello -0,6%, ma calano i pernottamenti, -3,2%: è ciò che si evince dai dati Istat che fotografano i flussi turistici in Emilia-Romagna nei primi sei mesi del 2018. In questa graduatoria Ferrara è maglia nera, l’unica provincia regionale che chiude il semestre con due segni meno. Il territorio sta diventando preda dei turisti ‘mordi e fuggi’, quelli che arrivano, visitano il luogo e poi la sera se ne vanno, senza pernottare.

E’ così soprattutto per il turismo italiano, che cala sia dal punto di vista degli arrivi (-2,2%), che per quello dei pernottamenti (-5,2%); aumentano invece gli stranieri in visita a Ferrara e provincia, +3,8% che diventa +1,2% se si considerano quelli che trascorrono almeno una notte sul territorio ferrarese.

Entrando più nello specifico, Ferrara cala del -3% e del -4,6% per arrivi e pernottamenti, mentre Comacchio e i suoi Lidi resistono e, anzi, aumentano il numero di turisti del 3,4%, anche se dall’altra parte della barricata c’è un -2,6% che tiene conto delle notti passate nelle strutture ricettive della zona. Crollano in maniera significativa i dati di Codigoro e Goro, che incidono in maniera pesante (-37,9% e -16,5%) nell’economia del bilancio del primo semestre ferrarese.

Osservando i dati su scala regionale, tutte le province mantengono un trend positivo, a eccezione di Ferrara, e le località costiere della provincia di Rimini vantano numeri sempre in crescita. E’ boom di pernottamenti, invece, a Bologna, Parma e Piacenza, che da questo lato crescono di oltre il 10%, raggiungendo picchi del 12,8%.

E se la Regione incrementa – tenendo conto di tutte le nove province – i dati del 4% sui pernottamenti e del 3,6% sugli arrivi, molto lo si deve al turismo estero: Germania, Russia, Svizzera e Francia sono i Paesi dai quali giungono più vacanzieri, anche se nelle prime tre posizioni i dati sono in leggera flessione. L’Emilia-Romagna, dati alla mano, sta però conquistando molti britannici, che aumentano i propri turisti del 10,3% e del 14,3% i pernottamenti, e belgi, +11,4% e +11,7%.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi