gio 19 Lug 2018 - 1753 visite
Stampa

Per il Sap a Ferrara “la sicurezza è al collasso”

La lettera di Paoloni al Capo della polizia Gabrielli: “La carenza di personale e il mancato invio di rinforzi estivi stanno causando notevoli disservizi a diversi uffici della questura”

“Ferrara, la sicurezza è al collasso”. A dirlo è il Sap, il sindacato autonomo di polizia, il cui segretario generale Stefano Paoloni ha inviato una letta al Capo della polizia Franco Gabrielli.

La questura di Ferrara – rileva in premessa il sindacato – presenta una pianta organica inferiore alle 200 unità operative mentre fino a 10-12 anni fa poteva contare su 280-300 operatori.  “La carenza di personale ed il mancato invio di rinforzi estivi stanno causando notevoli disservizi a diversi uffici della Questura con inevitabili ricadute sulla qualità del servizio offerto al cittadino. – dichiara Paoloni nella lettera -. Infatti, al fine di assicurare il servizio di ‘volante’ con almeno due equipaggi a turno, il personale viene costantemente distolto dalle proprie mansioni come l’ufficio Immigrazione, l’ufficio Passaporti e l’ufficio Armi che, in diversi giorni della settimana non assicurano l’attività di sportello accumulando talvolta anche arretrati sino a 4-5 mesi per la definizione di una pratica; addirittura – prosegue Paoloni – la fondamentale attività di indagine degli uffici investigativi, quali Digos e Squadra Mobile, viene seriamente compromessa poiché il personale destinato a prestare servizio di volante con ovvie ricadute in negativo sulle importanti indagini in corso».

Tante, a tal proposito, sono state le richieste del Sap a questore e prefetto. «Sarebbe opportuno – dice Paoloni – aggregare in via d’urgenza presso la Questura di Ferrara il personale necessario a ripristinare la regolarità dei servizi di polizia nella provincia e rassicurare, di conseguenza, i cittadini del capoluogo emiliano. Carabinieri e Guardia di Finanza – conclude il segretario generale – hanno invece ricevuto rinforzi per il periodo estivo ma continuano a fornire sempre il medesimo apporto al controllo del territorio senza che sia stato dato loro un diverso carico di lavoro e con chiaro nocumento per la Polizia di Stato».

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi