mar 29 Mag 2018 - 976 visite
Stampa

Governo caduto, “uno schiaffo a tutto il popolo”

La prima cosa da fare l’ho fatta, sono corso in piazza a vedere se fosse accaduto qualcosa, qualche corteo spontaneo, sono andato a chiedere cosa ne pensavano alcuni conoscenti di questa situazione gravissima accaduta sulla non formazione di questo governo del cambiamento, se avevano qualcosa da dirmi, qualche iniziativa politica, qualche dibattito in atto o quant’altro.

Vi risparmio le risposte in dialetto ferrarese sul fatto che non gli è ne poteva fregare di meno, invitandomi a bere uno spritz con loro.

Ecco, ora provate voi a spiegare loro che bisogna andare a votare perché il voto è importante e perché si possono cambiare le cose, bla bla ecc ecc…

La faccenda è grave, gravissima, vince l’Europa delle banche, l’Europa dei banchieri, vincono le lobby, vincono i mercati che parlano al nostro posto, vince la Germania, forse avrei dovuto dirgli questo, vincono Germania e Francia contro l’Italia è forse allora mi avrebbero considerato.

Oggi veramente è accaduto l’impossibile, uno schiaffo a tutto il popolo che Democraticamente aveva deciso di cambiare rotta, aveva deciso che era ora di provare qualcosa di nuovo, si poteva sbagliare ma si poteva anche fare bene, però si doveva provare, invece è saltato tutto.

Allora io mi domando e non mi rispondo più a niente…

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella non mi è stato particolarmente simpatico, sinceramente non mi sono sentito tutelato, qui c’è un problema, qui non ci si può azzardare a parlare male dell’Europa, non si può più dire niente, altrimenti sei fuorigioco, c’è un problema di Democrazia.

Le prossime elezioni saranno uno sfascio per i vecchi partiti, da una parte il popolo la vita vera: alzarsi alla mattina portare i figli a scuola, andare al lavoro, fare il pranzo, dare un aspirata veloce, portare il bimbo in palestra, portare l’altro a pianoforte, fare la cena, dare un bacino alla consorte o al consorte e poi tutti a letto, il giorno dopo stessa cosa le variazioni potrebbero essere che non c’è pianoforte ma il corso di canto.

Dall’altra parte: il nulla di quanto accennato sopra, per questo alcuni politici e le istituzione sono totalmente fuori dalla vita vera, poi ci sono il PD-FI che non posso fare a meno di citare, anzi la classe dirigente di PD-FI che sono interamente scollegate dalla vita vera ed è per questo che appoggeranno il governo Cottarelli, governo già morto appena nato.

Buona fortuna a tutti noi, tra poco ci saranno le ferie e l’Italia si fermerà, mi auguro si vada a elezioni al più presto.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi