Mar 29 Mag 2018 - 2625 visite
Stampa

Lega e ‘furbetti’, Acer: “Controllati Naomo e altri 700”

Il segretario della Lega contro il direttore Carrara: «Ispezione dettata da un partito politico, si dimetta», l'Azienda case replica: «Verifiche ordinarie, riscontrate irregolarità»

Nicola Lodi (archivio)

Solo normali controlli per verificare il rispetto dei regolamenti comunali, del contratto e d’uso dai quali sono emerse alcune irregolarità da sanare. Questa la risposta dell’Acer Ferrara a Nicola Lodi, il segretario comunale della Lega che – dopo l’articolo di Estense.com su tali irregolarità nella sua abitazione Erp – aveva accusato il direttore Diego Carrara di aver ordito un attacco personale a fini politici nei suoi confronti, chiedendone le dimissioni.

«A seguito di ordinarie e normali verifiche ispettive che l’agente accertatore (figura prevista dalla Legge Regionale n.24/2001 e succ- art.34 bis) effettua sul patrimonio abitativo di proprietà del Comune di Ferrara, al fine di verificare il rispetto dei Regolamenti comunali del contratto e d’uso, si sono riscontrate alcune irregolarità nell’alloggio erp occupato dal nucleo del sig. Lodi – si legge in una nota dell’Azienda case -. È quindi normale e doveroso che come Acer abbiamo chiesto allo stesso di sanare e/o giustificare le stesse. Trattamento analogo ha avuto anche la verifica relativa alla composizione del nucleo famigliare e alle dichiarazione Ise prodotte negli ultimi anni, da cui sono emersi aspetti da sanare, per i quali ribadiamo di essere ancora in attesa di alcuni documenti, per completare l’istruttoria».

I controlli hanno appurato che Lodi aveva svolto dei lavori non autorizzati nell’abitazione, come il rifacimento totale della pavimentazione e la posa di rivestimenti in ceramica su alcune pareti. Oltre a questo Acer ha rilevato anche l’installazione non autorizzata di un’antenna parabolica e due condizionatori.

Lodi aveva risposto anche con un video girato davanti alla sede Acer e non ha negato in modo netto l’irregolarità per quanto riguarda l’installazione di un’antenna parabolica e di due condizionatori (mostrando però due “certificazioni” di collaudo); ha rivendicato poi di aver apportato migliorie con i lavori di pavimentazione contestati: autorizzati – secondo la sua versione – per quanto riguarda il bagno, di sua iniziativa quelli sul corridoio.

Il segretario della Lega ha detto di aver presentato anche regolarmente le dichiarazioni Ise corrette e di aver provveduto ad aggiornare le modifiche nel nucleo familiare, anche queste contestate da Acer. Stessa cosa per quanto riguarda la proprietà di un immobile da parte della sua convivente: «È un rudere, un cantiere, dal 2013 ad oggi, non abbiamo mai tratto guadagno e Acer lo sa», ribadisce Lodi nel video dopo averlo già detto a Estense.com.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Per Lodi è «strano che in circa 25 anni di residenza in un alloggio Acer, proprio in quest’anno siano arrivati tutta questa serie di controlli ai quali ho risposto con documentazione». Ancora, secondo l’esponente del Carroccio, «l’ispezione è dettata da un partito politico», si tratta di un «attacco vero e proprio di cui Carrara deve rispondere: chiederò a gran voce le sue dimissioni. Indipendentemente dal partito a cui appartengo, verrò qui davanti ad Acer e chiederò le dimissioni di Carrara, persona che da anni sta usando la sua forza politica per attaccare la persona».

La risposta di Acer è che «entrambe le procedure» aperte nei confronti di Lodi «rientrano nell’attività ordinaria che Acer è tenuta a svolgere su tutti i nuclei assegnatari di alloggi di Erp, come evidenziano i dati della nostra attività rintracciabili sul sito e nei bilanci. A titolo informativo, si evidenzia che nel corso del 2017 sono state svolte dall’Agente Accertatore di Acer 777 verifiche sull’intero territorio provinciale, di cui circa 500 a Ferrara. Quindi  – conclude la nota  – nessun accanimento amministrativo nei confronti del sig. Lodi, bensì ordinaria attività di verifica e vigilanza sul patrimonio Erp e sui nuclei occupanti, come prevede la normativa. Per contro, si esclude in modo categorico, e siamo pronti a farlo in tutte le sedi competenti, che qualsiasi informazione o documentazione coperta da privacy possa essere stata fornita alla stampa dall’Azienda scrivente».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi