ven 18 Mag 2018 - 250 visite
Stampa

La polizia premia i suoi eroi durante il Giro d’Italia

In piazza Savonarola la consegna dei riconoscimenti a due agenti della stradale che si sono distinti per il proprio coraggio

In occasione della 13° tappa della 101° edizione del Giro d’Italia, che partirà alle 12.55 di oggi da Ferrara, la polizia di Stato è protagonista non solo per l’organizzazione e la gestione del servizio di ordine pubblico, con un ingente sforzo proprio della polizia stradale, ma anche con importanti iniziative correlate e con premiazioni che avverranno in piazza Savonarola.

Autostrade  per  l’Italia  premia la sicurezza  sulle  strade. Per questo motivo consegna un riconoscimento alla polizia  stradale,  con cui lavora in stretta collaborazione per assicurare la  massima  serenità  al  viaggio  degli  italiani,  e  assegna “il premio sicurezza”  agli  operatori  di Autostrade che, grazie al loro impegno, contribuiscono alla sicurezza del viaggio.

Autostrade consegna, per mano del responsabile esercizio del terzo tronco Davide Bergantin, un riconoscimento al coraggio, al forte senso del dovere e all’altruismo all’assistente capo della polizia di Stato in servizio presso la sottosezione polizia stradale di Modena, Maurizio Nuzzo che, il 20 aprile 2017, verso le 23,25, quando era libero dal servizio e quindi si trovava in abiti civili sull’A1, notava un autocarro e un’autovettura tamponati tra loro e privi di ogni dispositivo di illuminazione.

Nuzzo, capita la situazione di estremo pericolo, si fermava sulla corsia di emergenza, a ridosso dei due mezzi, per portare i primi soccorsi. L’intervento, in orario notturno, risultava più complesso del previsto in quanto i due passeggeri occupanti il veicolo, risultavano uno ferito e portatore di gravissima disabilità motoria, l’altro privo di conoscenza. Il forte spirito di servizio dimostrato dall’agente ha permesso di evitare conseguenze drammatiche mettendosi a segnalare l’ostacolo all’utenza, in attesa dei soccorsi. 

Un riconoscimento al coraggio, alla generosità e al forte attaccamento al proprio lavoro è quello che consegna oggi la dirigente del compartimento polizia stradale per l’Emilia Romagna Piera Romagnosi, a Valerio Muccioli, per aver dato soccorso intorno alle 3 del pomeriggio del 23 giugno scorso a due donne e un ragazzino, visibilmente spaventati dentro la loro vettura rimasta ferma per avaria in corsia di emergenza in semicurva tra il casello di Rimini sud e la galleria “Covignano”, sulla A14 con i tir che sfrecciavano accanto.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi