lun 12 Mar 2018 - 928 visite
Stampa

C’era odore di democrazia

C’era odore di Democrazia, Democrazia intesa come potere al popolo, nel seggio 4 di Copparo, durante lo spoglio delle schede elettorali, dove quest’anno rappresentavo il movimento cinquestelle.

Per me è stato un momento in cui davvero ero contento di delineare la storia di questo paese.
Spero di essere stato capace.
Io ho fatto del mio meglio, sono giorni importanti per l’Italia che va a scegliere la propria classe politica che governerà per i prossimi 5 anni.
Faccio una piccola analisi politica, MoVimento 5 stelle al 33% Centrodestra al 37% Pd al 18% LeU 3,5…
Nessuno può governare, tutti lo possono fare, basta fare accordi.
Degli accordi politici sinceramente non mi fido molto.
Renzi si dimetterà? Ma quando? Sarebbe urgente invece perché sono convinto che senza il signor Renzi il movimento potrebbe anche discutere di qualcosa.
Ma cosa rimane a fare L’ex presidente?
Ve lo dico io, vuole mandare allo sfascio anche quel po’ di partito “buono”che è rimasto, vuole devastare completamente tutta la base del Pd per poi magari formare un nuovo partito Renziano.
Come si chiamerà? Forza Renzi, #Avanti o Rifondazione piddina? I veri professionisti  della politica sanno bene che quando si perdono le elezioni l’unica cosa da fare per risollevare il partito è mettersi all’opposizione… dopo però non mi venite a parlare di responsabilità nazionale e quant’altro, come avete fatto da parecchio tempo a questa parte.
Ora veramente quelli del Pd fanno paura: hanno cominciato con un’opposizione isterica e con il dire “adesso tocca a voi, a non è mica facile, adesso tocca a voi, dai, dai adesso tocca a voi, vediamo se siete capaci, gnè gnè gnè” io penso che tutti dovrebbero portare rispetto anche verso tutti quegli elettori che hanno scelto i cinquestelle.
Il centrodestra unito!!! mi viene da ridere mentre scrivo, perché L’Unità è un altra cosa.
Sarò ripetitivo, ma l’unica soluzione è il MoVimento 5 Stelle, che con queste elezioni ha consolidato la sua maturità e sarebbe pronto per governare: a mio avviso il presidente Mattarella dovrebbe dare l’incarico a Di Maio.
A proposito, cercavamo un partito dove il leader non esiste? Eccoci serviti, quando si vota il M5S si vota l’idea e la serietà delle persone, tantissimi elettori non conoscono il nome di questo o quel candidato proprio perché sanno che ci sono persone in gamba.
Sono percentuali incredibili, in qualunque altro paese chi raggiunge il 33% di preferenze governa senza problemi, in Italia no, noi siamo diversi, anzi i politici e i tecnocrati che hanno fatto questa legge sono diversi, bisogna dargli atto l’hanno pensata bene perché sapevano che il Cinquestelle avrebbe sbancato.
Parlo un po’ di lega Nord, anche se non la chiama più nessuno così come si poteva notare anche nel simbolo: geniale l’operazione elettorale di Salvini che conosce bene la sinistra essendo stato il fondatore dei Comunisti Padani.
Avete capito bene Salvini fondò i Comunisti padani.
L’ho detta alla Berlusconi che conoscendo benissimo il suo popolo bue ci trattò come deficienti e fece uno spot elettorale a mio avviso da brividi (brividi di terrore) e disse “toglierò l’ICI, avete capito bene toglierò l’ICI”
#ciaone (cit)
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi