Mer 28 Giu 2017 - 34 visite
Stampa

Medicina di genere, il modello italiano presentato a Bruxelles

Soddisfatta la deputata Pd Paola Boldrini a chiusura della conferenza

«Soddisfatta e fiduciosa». Così, la deputata Pd, Paola Boldrini, ieri (martedì), a chiusura della conferenza a Bruxelles indetta dall’europarlamentare Elena Gentile per realizzare – sulla Medicina di genere – un documento da proporre al Parlamento e alla Commissione Europea che recepisca la proposta di legge in discussione in questi giorni in Parlamento e di cui Boldrini è prima firmataria.

«E’ un passaggio importante, che qualifica e valorizza il nostro lavoro». Con Boldrini era una delegazione Unife – tra i primi Atenei ad aderire al progetto pilota ‘Genere orientato’ per le Università italiane, che prenderà il via il prossimo anno accademico – composto da Tiziana Bellini (pro rettrice alla Didattica per l’Area Biomedica), Roberto Manfredini (direttore Dipartimento Scienze Mediche), Michele Rubbini (docente Dipartimento Scienze Biomediche), Fulvia Signani (psicologa Ausl e docente Unife).

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi