Lun 24 Apr 2017 - 1730 visite
Stampa

Minacce dai manifestanti, Lodi (Ln): “Zecche sociali, vengano identificati che li querelo”

Il responsabile Sicurezza e Immigrazione della Lega Nord contro i cori del centro 'La Resistenza'

Nicola Lodi sostiene di essere stato minacciato da un gruppo manifestanti del centro sociale ‘La Resistenza’, durante una non ben precisata manifestazione in centro, e affida a un video su Facebook l’appello a Polizia e Digos affinché vengano identificati i responsabili perché “intendo sporgere querela”.

La frase incriminata contro il responsabile Sicurezza e Immigrazione della Lega Nord sarebbe stata “Lodi stai attento a come fischia il vento”, che sarebbe stata riferita a ‘Naomo’ – non presente alla manifestazione – da “una parte di Ferrara che mi vuole bene e che ha viksto e può testimoniare”. Nicola Lodi va giù duro contro questi cori rivolti alla sua persona ed è convinto che tutto questo accada perché “rappresento cittadini seri e vado a toccare interessi e denaro, il business delle cooperative, e questi vengono sguinzagliati in giro come dei topi, dei vermi, contro di me”. “Zecche sociali”, li definisce ‘Naomo’, che incalza nuovamente le forze dell’ordine: “Voglio i nomi, altrimenti seguirò altre vie”, annunciando interrogazioni parlamentari, esposti alla magistratura e al ministero degli Interni.

“Quando noi facciamo manifestazioni – spiega Lodi – ci assumiamo la responsabilità, veniamo identificati o ci autodenunciamo. Questi già altre volte non sono stati identificati e sono stato zitto, oggi no”. E continua: “Non ho paura di queste zecche, ma la giustizia, come nel mio caso, così deve fare il suo corso anche per loro. Non è possibile che in città vengano autorizzate manifestazioni contro la mia persona”.

IL VIDEO DI NICOLA LODI

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi