Mar 23 Ago 2016 - 1420 visite
Stampa

Negri emarginato dal meeting di Cl? Le foto dicono il contrario

Per Il Giornale rapporti tesi tra l'arcivescovo e Comunione e Liberazione, ma il prelato: "Conclusioni che non rispecchiano la realtà"

file_1_1831“Negri emarginato da Cl: troppo scorretto su islam, migranti e unioni gay”, titola un pezzo di Paolo Bracalini, comparso su Il Giornale del 22 agosto. Racconta di come l’arcivescovo di Ferrara-Comacchio sia stato estromesso dall’annuale meeting di Rimini, da quella Comunione e Liberazione a cui lui ha dato un grandissimo contributo nel corso degli anni, a partire dalla fraterna amicizia don Giussani, il fondatore.

Ma a chiudere subito ogni polemica ci pensa lo stesso Negri, con un comunicato ufficiale: “Si pre­cisa che tale articol­o non è frutto di int­erviste concesse al g­iornalista da parte d­i S. E. Mons. Luigi N­egri, bensì di una ra­ccolta di frasi dell’­arcivescovo strumenta­lmente utilizzate per­ motivare presunte es­tromissioni dal “Mee­ting” – scrive l’ufficio stampa -. Tali conclusioni non­ rispecchiano per nul­la la realtà dei fatt­i. L’Arcivescovo sta ­partecipando al Meeti­ng, a cui è stato inv­itato, e sta offrendo­ il suo contributo, a­ livello di incontri ­personali, perché l’a­vvenimento del Meetin­g si svolga nel modo ­più positivo possibil­e”.

A corredo, in effetti, ci sono un po’ di foto dell’arcivescovo intento celebrare messa e a parlare con una vasta platea e dal programma ufficiale si desume che Negri abbia officiato la messa di domenica 22 agosto nell’auditorium B3, insieme Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini.

Nessuna estromissione dunque, ma è vero che a Negri non è stato affidato quest’anno alcun dibattito inserito nel programma ufficiale ma “solo” delle iniziative collaterali, così come è accaduto lo scorso anno, dopo una quasi ininterrotta partecipazione dal 1988. I rapporti, effettivamente – e come sottolinea Il Giornale -, da un po’ di tempo non sembrano più essere quelli di una volta: divergenze di linea su alcuni temi forse (unioni civili, migranti e Islam, più duro l’arcivescovo di Ferrara, più morbida Cl) e lo smacco dopo le frasi contro Papa Francesco sentite in treno da Il Fatto Quotidiano, più o meno smentite da Negri, ma dalle quali Comunione e Liberazione prese le distanze con un comunicato ufficiale, provocando la delusione del prelato.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi