Mer 24 Feb 2016 - 183 visite
Stampa

Un weekend di soddisfazioni per l’Atletica Estense

Dai lanci ai salti con Federica Giovanardi che ha vinto il titolo regionale assoluto a Modena atterrando a 11,62 m

GIOVANARDI_FedericaL’ultimo weekend di febbraio porta importanti spunti di soddisfazione per Atletica Estense e, se dai prati di Gubbio in occasione della finale nazionale di campestre i risultati sono stati di poco sotto le aspettative, grandi prove arrivano da Lucca grazie a Matilde Buda impegnata nella finale nazionale invernale di lanci. Nel martello giovanile (1997-2000) si conferma in grande crescita lanciando a 47,03 m. l’attrezzo di 4 kg. (poco sotto il suo personale) chiudendo in ottava piazza nazionale.

Dai lanci ai salti con Federica Giovanardi, nona due settimane prima agli italiani U23 nel salto triplo con 11,39 m.; si lascia alle spalle il rammarico e conquista il titolo regionale assoluto a Modena atterrando a 11,62 m., nuovo primato personale. Sempre a Modena, nello sprint sui 60 metri indoor Oliviero Carlini ancora vicino ai suoi limiti con 7”19 e sulla medesima distanza grande progresso per Francesca Lorenzi che, sulla pista di Ancona coglie il frutto del suo impegno migliorandosi due volte, 8”18 in batteria e 8”16 nella finale. Trovano maggiori difficoltà del previsto le allieve ferraresi nella finale nazionale di cross, il tracciato di Gubbio si dimostra ostico alle atlete meno “muscolari” e pur migliorando la posizione 2015 mancano di poco l’obiettivo della Top10, chiudendo comunque con un importante 12° piazza nazionale (17° lo scorso anno) su una cinquantina di squadre al via.

Nel dettaglio Caterina Mangolini fatica nei continui cambi di pendenza ed è 44° (250 atlete al via), Ester Malacarne al rientro dopo un mese di stop è 80°, Eleonora Malossi poco prima della metà delle classificate e, Ludovica Vallese con Bouich Hajar più dietro. Bella la prova dell’unico allievo schierato per la formazione ferrarese, Andrea Tuffanelli coglie un positivo 61° posto (5° tra i corregionali con 340 atleti partenti), nei 5 km di gara si destreggia bene nelle asperità del tracciato e recupera progressivamente posizioni che mantiene nel caotico rettilineo d’arrivo delineando margini di progresso. Lo junior Dario Berveglieri chiude nella seconda metà del gruppo (230 i partenti) al termine di una gara “tostissima”, 8 km per gli junior e campo partenti tra i più qualificati (vittoria per il piemontese Pietro Riva, recente campione europeo under 20 dei 10mila metri).

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi