Dom 7 Dic 2014 - 757 visite
Stampa

Poggio, la messa di Natale nella nuova chiesa

Una volta completata la struttura avrà un'area di oltre mille metri quadrati

La situazione attuale del cantiere

La situazione attuale del cantiere

Poggio Renatico. Sarà con tutta probabilità svolta nella nuova chiesa in via Salvo d’Acquisto la messa di Natale, cerimonia che segnerà anche lo spartiacque tra il prima e il dopo terremoto per i cattolici poggesi.

“Ci sono moltissime difficoltà, però le possibilità sono concrete e l’impresa costruttrice sta inseguendo i tempi per far sì che almeno a Natale la messa possa svolgere nell’aula principale con il collaudo di quella porzione di edificio”, dice don Simone Zanardi, parroco di Poggio su questa eventualità. Il termine previsto dei lavori è del 15 dicembre, ma questa scadenza non verrà comunque rispettata: “Il cantiere per la messa di Natale sarà ancora aperto, ci saranno ancora dei lavori da fare, e sicuramenti questi non verranno completati entro la fine dell’anno. Però si può stimare che il termine completo dell’opera avverrà durante i primissimi mesi del 2015. La messa di Natale sarà principalmente simbolica, bisognerà aspettare un altro po’ per far funzionare a regime la struttura”, continua don Simone.

La nuova chiesa, anch’essa temporanea ma che comunque potrà sostituire l’abbazia lesionata dal sisma di due anni e mezzo per un periodo di tempo abbastanza lungo, andrà così a normalizzare la situazione per i praticanti, i quali al momento sono costretti a seguire le funzioni all’interno della cappellina di via Roma nei giorni lavorativi e all’interno della tensostruttura di piazza del Popolo durante i giorni festivi.

La nuova struttura di via Salvo d’Acquisto è il frutto della riconversione del cantiere mai terminato di quella che in origine doveva essere la nuova scuola materna di Poggio, lasciata incompiuta dalla ditta costruttrice che durante i lavori dichiarò fallimento. L’aula principale potrà accogliere a seconda dell’allestimento tra le 300 e le 350 persone a sedere — oltre a quelle in piedi — in un’area di circa 400 metri quadrati. L’intera struttura invece, una volta completata, avrà un’area superiore ai mille metri quadrati.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi