Mar 9 Apr 2013 - 603 visite
Stampa

Colonna Borso, targa dall’idea di Paolo Ravenna

E' formata dalle lapidi dell'antico cimitero ebraico. La scoperta dell'avvocato scomparso rilanciata da Stefani attraverso Estense.com

lapide colonna borso d'esteE’ anche grazie al curatore di un nostro blog, Piero Stefani, che ha rilanciato la scoperta e l’idea originaria di Paolo Ravenna, che il 27 aprile verrà scoperta una targa che illustra la storia della colonna di Borso d’Este, presso il Volto del Cavallo. Un appuntamento che il Meis, il Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, ha inserito nel programma della Festa del Libro Ebraico, che si svolgerà dal 24 al 28 aprile.

Una cerimonia di scoprimento in notturna, prevista infatti alle ore 23, in quanto inserita all’interno del percorso guidato nel centro storico, curato da Francesco Scafuri, intitolato “Atmosfere notturne alla scoperta della Ferrara ebraica ed estense”. Alla colonna stratificata di Borso d’Este proprio Piero Stefani aveva dedicato un intervento lo scorso dicembre nel suo blog su Estense.com (vai), spiegando come la stessa colonna fosse formata, al suo interno, dalle lapidi spezzate provenienti dall’antico cimitero ebraico. Una scoperta che si deve al compianto avvocato Paolo Ravenna, quando in occasione dell’ultimo restauro della colonna ebbe modo di fotografare le lapidi spezzate e, sul tema, curare anche una specifica pubblicazione.

Da qui l’idea di Stefani avanzata dalle pagine del nostro quotidiano: “Perché non mettere, in loco, una targa, di giusta dimensione e grafia, che indichi a passanti e visitatori cos’è nascosto sotto la superficie?” Idea che il filosofo, teologo e docente di Ebraismo ferrarese ha sottoposto, senza ottenere risposta, all’assessore alla Cultura del Comune (che è anche membro del cda del Meis), aggiungendo di averne parlato qualche settimana prima della sua scomparsa anche con Paolo Ravenna, che aveva avuto la stessa idea diverso tempo addietro, elaborando in proposito un progetto che aveva presentato alle autorità.

Progetto, quella della lapide, divenuto ora una realtà. Ed è stato ancora Stefani ad annunciare l’evento, sempre da queste pagine (vai), anche per attribuire parte del merito dell’iniziativa in programma a Estense.com. Merito che dividiamo volentieri, per la nostra piccola parte, con Piero Stefani e, naturalmente, con l’indimenticato autore della scoperta, Paolo Ravenna.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi