Spal
20 Giugno 2024
Il corteo dei tifosi biancazzurri promette battaglia a gran voce sotto la casa del patron biancazzurro: “Vendi e vattene via da Ferrara, siamo stanchi di chi gioca con la nostra storia. Siamo noi la Spal” è l’urlo degli ultras

“La pazienza è finita”: l’ultimatum della Ovest a Tacopina

di Redazione | 2 min

Leggi anche

L’Emilia-Romagna è la Regione che cresce di più in Italia

Dal 2014 a oggi l’Emilia-Romagna è la Regione che cresce di più in Italia. Sia dal punto di vista economico, sia da quello sociale, registrando dati che la collocano sopra la media nazionale e ai livelli delle regioni europee più avanzate

Prima seduta ‘operativa’ del Consiglio, focus sulle commissioni

È in programma oggi, lunedì 15 luglio, alle 15, la prima seduta 'operativa' del nuovo consiglio comunale, dopo la 'passerella' dello scorso 28 giugno quando, in Darsena, la nuova giunta giurò, dando ufficialmente il via al secondo mandato del sindaco Alan Fabbri

Trasporti. Sciopero nazionale per giovedì 18 luglio

Le segreterie territoriali di Bologna e Ferrara delle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil-Uilt, Faisa-Cisal, Ugl-Fna hanno comunicato l’adesione allo sciopero nazionale di quattro ore di tutte le lavoratrici e lavoratori dipendenti delle imprese cui si applica il Ccnl Autoferrotranvieri Internavigatori (Mobilità Tpl) proclamato dalle segreterie nazionali degli stessi sindacati per giovedì 18 luglio

Emilia Romagna, Veneto e Friuli unite contro la mucillagine

Di fronte alla presenza di mucillagini a largo della costa, la Regione Emilia-Romagna, d’accordo con Veneto e Friuli Venezia-Giulia, ha deciso di inviare nei prossimi giorni al Ministero dell’Agricoltura una serie di proposte per il settore della pesca

di Nicolò Govoni

“Pazienza finita: Tacopina vattene!”. È lo striscione che apre il corteo dello zoccolo duro del tifo estense: più di un centinaio di sostenitori si è ritrovato ai piedi del Savonarola alle 19:30 di mercoledì sera per recarsi sotto casa del presidente biancazzurro, e chiedere a gran voce – e senza mezzi termini – di vendere la società e andarsene da Ferrara.

Tanto silenzio e pochi fatti concreti: è questa la situazione odierna in casa Spal a più di un mese e mezzo dalla chiusura dell’ultimo, travagliato campionato. Silenzio che si aggiunge alla preoccupazione che dilaga in città: mancati i primi rinnovi importanti, Di Taranto in uscita verso Cesena, senza un allenatore e alcuna notizia del progetto per il futuro, è ancora una volta la Curva Ovest in prima fila per salvaguardare la storia e il bene della Spal.

A meno di un mese dall’inizio del ritiro, in città nessuno sa niente. “Pretendiamo il rispetto, devi andartene”: così tra bandiere e fumogeni parte il corteo degli ultras, che attraversano Piazza Castello. Il bersaglio della maggior parte dei cori è proprio Tacopina, rientrato nei giorni scorsi in città: “Uomo di m…a, vattene! Porteremo avanti questa battaglia finché non se ne andrà da Ferrara. Siamo stanchi, meritiamo rispetto: questo pezzo di m…a non ha capito cosa sia il calcio in Italia. Qui c’è una storia da salvaguardare, siamo noi la Spal”.

L’invito al corteo è quello di alzare il volume della voce per farsi sentire dal presidente, una volta giunti nei pressi della casa del patron biancazzurro: e nemmeno la stampa cittadina è risparmiata, condiscendente verso le scelte e le parole della società. “Siamo stanchi di gente che viene qui a giocare con la nostra storia: fuori la m…a da Ferrara, vendi e vattene”.

E questo è solo l’inizio della battaglia, promettono i ragazzi della Curva. Non resta che attendere la risposta della società: ma con i fatti, e non con silenzi, per il bene e il futuro della Spal.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com