Portomaggiore
19 Giugno 2024
Le vittime si chiamavano Muhammad Shahbaz (35 anni) e Ali Babar (39 anni). Il cordoglio di Silvia Salvi: "L'unico pensiero è per le famiglie dei nostri dipendenti a cui va il nostro più profondo cordoglio"

Braccianti agricoli morti. Salvi: “Increduli. Alle famiglie tutto il nostro supporto”

di Davide Soattin | 2 min

Leggi anche

Imbarcazione da diporto a fuoco tra Portogaribaldi e Lido degli Estensi

Un'imbarcazione tra Portogaribaldi e il Lido degli Estensi è andata fuoco proprio all'imboccatura del porto canale intorno alle 10 di questa mattina, domenica 14 luglio. Molti bagnanti da tutto il litorale hanno visto il fumo alzarsi mentre le operazioni di spegnimento delle fiamme sono state condotte dalla Guardia Costiere e dai Vigili del Fuoco

Bonaccini firma le dimissioni. Irene Priolo ne assume le funzioni

Questa mattina il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato la lettera di dimissioni e le ha comunicate alla presidente dell’Assemblea Legislativa, Emma Petitti. Decade anche la giunta e viene sciolta l'assemblea legislativa che rimangono in carica per gli affari ordinari fino alle elezioni

Salvataggio Tecopress. Assunzioni per cinquanta operai

Prosegue il percorso di salvataggio e rilancio della Tecopress di Dosso di Sant'Agostino: il 5 luglio scorso è nata formalmente SirTec, la NewCo di Sira Industrie della famiglia Gruppioni, che ha confermato il via libera all'operazione

Portomaggiore. Si chiamavano Muhammad Shahbaz (35 anni) e Ali Babar (39 anni) le due persone di nazionalità pachistana che, nel pomeriggio di lunedì 17 giugno, hanno perso la vita nel tragico incidente stradale mentre si trovavano, insieme ad altre cinque persone rimaste ferite, a bordo della Opel Zafira che è uscita autonomamente di strada, finendo nel canale che scorre a lato della strada provinciale San Carlo Trava, pochi chilometri prima del centro abitato di Portoverrara.

Stando a quanto si apprende, fino alla scorsa settimana, i sette erano tutti impiegati nello svolgimento di lavori di pulizia da erbe infestanti negli impianti di Salvi Vivai e lunedì pomeriggio, dopo aver smontato dal primo turno mattutino, stavano rientrando a casa. Il 35enne che, diversamente dalle notizie iniziali, era alla guida del veicolo, era un operaio qualificato e lavorava da Salvi Vivai da quattro anni, mentre il 39enne era un bracciante agricolo e da due anni prestava servizio per la società agricola ferrarese.

Uno dei due è deceduto tra le lamiere a seguito dello schianto, probabilmente annegato, mentre l’altro ha perso la vita in ambulanza, durante il trasporto in ospedale, a causa delle ferite riportate.

“Siamo ancora increduli e profondamente scioccati dall’immane tragedia che ci ha colpito. In questo momento però l’unico pensiero è per le famiglie dei nostri dipendenti a cui va il nostro più profondo cordoglio e a cui non mancheremo di far avere tutto il supporto possibile” commenta Silvia Salvi, socia amministratrice di Salvi Vivai.

La Procura di Ferrara non disporrà né autopsia sul corpo dell’autista né una consulenza cinematica per ricostruire la dinamica dell’incidente, dal momento che non sembrerebbero esserci dubbi nell’attribuire a un colpo di sonno improvviso la causa del sinistro mortale. Di conseguenza, col decesso dell’autista, unica persona su cui potevano essere avviati accertamenti per indagare eventuali responsabilità penali, gli uffici di via Mentessi non dovrebbero nemmeno aprire un’inchiesta per quanto accaduto.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com