Spal
26 Maggio 2024
E' fissato per martedì 28 maggio in Comune "con lo scopo di raggiungere un accordo che possa garantire alla città di non perdere il marchio Spal in caso di eventuali fallimenti"

Nuovo incontro Spal-tifosi: la Curva Ovest vuole chiarezza su deferimento e iscrizione

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Ferrara Summer Festival. Piazza gremita per le “Air”

Ieri sera piazza Trento e Trieste si è trasformata in un luogo senza tempo grazie alle sonorità uniche degli ‘Air’ - duo composto da Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, - accompagnate a ritmo da un palcoscenico costruito ad hoc per la band francese che si è esibita all’interno di una struttura di circa 12 metri realizzata con ledwall e attrezzata con Moog (sistema di sintetizzatori basati su tastiera), Korg, batteria, chitarra e boing di tastiere

Affluenza ai ballottaggi. Alle 12 a Tresignana al voto il 22,74% mentre a Copparo il 16,73%

Ballottaggio Copparo e Tresignana. L'affluenza alle 12 è del 22,73% a Tresignana e del 16,73% a Copparo. In quest'ultimo comune, dove si sfidano Enrico Bassi e Fabrizio Pagnoni, si tratta di 2.266 elettori sui 13.458 aventi diritto. A Tresignana dove invece la sfida arriva dopo un insolito pareggio tra Laura Perelli (sindaca uscente) e Mirko Perelli, 1717 voti pari, sono 1.309 ad aver esercitato il proprio diritto entro le 12 sui 5.759 aventi diritto.

Ci sarà un nuovo incontro tra la tifoseria organizzata e la Spal. Lo comunica la Curva Ovest di Ferrara, che martedì 28 maggio alle ore 15, presso la Sala degli Arazzi in Municipo, incontrerà l’Amministrazione comunale e la società Spal “con lo scopo di raggiungere un accordo che possa garantire alla città di non perdere il marchio Spal in caso di eventuali fallimenti, come già avvenuto in passato”.

La preoccupazione dei tifosi è originata dal bilancio della società che “segna 13,9 milioni di euro di passivo e un indebitamento complessivo di 35 milioni di euro (inclusi debiti verso banche, verso finanziatori, debiti tributari e verso istituti di previdenza)”, oltre a quella che definiscono “una gestione tutt’altro che trasparente visto che da tre anni vengono sbandierati obiettivi e programmi che non trovano nessun riscontro nella realtà”. Un motivo in più di preoccupazione è il recente deferimento del club e del presidente Tacopina per aver sforato il termine delle mensilità di gennaio e febbraio 2024 per il pagamento delle ritenute Irpef dei suoi tesserati, che potrebbe avere riflessi negativi sul prossimo campionato di Serie C. In merito a quest’ultimo fatto la Curva Ovest pone alcune domande: “La società non ha nulla da dire di articolato su questo a parte lo striminzito comunicato che abbiamo letto? L’iscrizione è garantita? Qual è il budget per il prossimo campionato o per lo meno si può sapere con quali obiettivi pensano di affrontarlo? Perché questo silenzio inopportuno? Di più, abbiamo fatto presente che quest’anno avevamo il vantaggio di avere tutto il tempo necessario per programmare, per cominciare a lavorare sul mercato prestissimo e poter andare in ritiro con una rosa in gran parte allestita. Risultato? Non abbiamo ancora un direttore sportivo e quindi a caduta ancora nessun programma su chi tenere, su chi cedere, sul mister”.

“Dobbiamo sorbirci di nuovo la stessa “tarantella” dello scorso campionato – commentano dalla Curva Ovest – con l’iscrizione tenuta incerta per dispetto fino all’ultimo giorno utile e una squadra che va in ritiro con le giovanili e che viene completata col campionato già iniziato? Dobbiamo sorbirci la solita allucinante comunicazione di presidente e dirigenti che parlano quando devono tacere e tacciono quando dovrebbero relazionare a tifoseria e città? Ci auguriamo che all’incontro di martedì, invece delle “figurine” inviate allo scorso incontro, abbia la dignità di partecipare il direttore generale, perché qui il tempo di scherzare è finito da un pezzo e ora più che mai pretendiamo rispetto e chiarezza. Cominciate a fare le cose sul serio, da professionisti, con la cura che meritano questi colori e questa città, o mettete in vendita “l’azienda”, come farebbe qualunque imprenditore che si rendesse conto di non essere in grado”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com