Faccio il sovversivo 2.0
18 Maggio 2024

Sindaco e Nutella

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Dolce Enrico

Ti ho incontrato in una serata piovosa di un po’ di anni fa, eri giovanissimo, educato e gentile, educato e gentile lo sei ancora…

25 volte noi, ma anche di più…

Ci vedevamo da ragazzi, eravamo vicini di casa. Nel mio cuore ho sempre sperato che un giorno potessimo incontrarci e stare insieme...

1° Maggio di lotta e di lavoro

Forse non ci siamo ancora accorti di tutte le ingiustizie che ogni giorno ci trascinano verso il baratro. Restiamo uniti santa pazienza, altrimenti sarà la fine

La luce di Ghali

La chiamo “Luce di Ghali”, a mio avviso ha fatto scattare qualcosa dentro a tante coscienze… Si Sig. Amdouni sei un Italiano vero, tanti come te, grazie per le tue parole

Ho ricevuto un’interessante mail dal Gruppo 10 Giugno e ve la propongo con alcune integrazioni personali, sperando che porti ad una riflessione.

Il Gruppo 10 Giugno nasce il giorno dopo la sconfitta del CentroSinistra a Copparo e ribadisce oggi il proprio radicamento e la propria presenza alla vigilia della nuova tornata amministrativa.

Con lo spirito che ci contraddistingue desideriamo porre alcune domande al sindaco uscente Fabrizio Pagnoni; le avremmo volentieri poste di persona, se egli non avesse rifiutato l’invito del Rotary ad un confronto pubblico. In considerazione di ciò, ci riterremo comunque soddisfatti di una risposta a mezzo stampa.

1) Quali progetti sono stati realizzati a Copparo dalla sua amministrazione?

2) Perché non è riuscito a presentare nessun progetto riservato alle aree periferiche della regione di cui Copparo fa parte?

3) Perché i 5.000.000 del PNRR sono finiti a rinnovare “l’orto” di fronte al municipio e a tagliare i parcheggi (40 posti auto in meno) in Piazza del Popolo, senza studiare un’alternativa credibile, come per esempio investire nel futuro della comunità, nella scuola, nella formazione, nell’ambiente o negli asili nido?

A tal proposito i commercianti del centro si accorgeranno dei disagi quando sarà troppo tardi o forse se ne sono già accorti.

4)  Perché non c’è stato nessun intervento all’asilo Gulinelli, se non in emergenza, ben sapendo che già dal 2019 vi erano delle criticità che hanno portato all’evacuazione dei nostri figli alcune settimane fa?

5) Cosa intende fare per il problema “puzze” a Copparo, a parte la soluzione di tornarsene a dormire nella propria abitazione a 20km, lasciando ai Copparesi a respirare questo fetore?

6)   Vorremmo sapere inoltre: anche questa volta nel suo programma ci sarà la guerra alla cultura?

-Biblioteca aperta poche ore alla settimana di cui solo due pomeriggi

-Teatro comunale che, nonostante i pomposi proclami e l’intervento di privati, continua ad accumulare debiti ben nascosti dalla sua amministrazione con l’unico risultato che persino le classi delle scuole medie ed elementari non possono usufruire della struttura, se non a pagamento.

7)  Dopo il depotenziamento della vita sociale e culturale della nostra città, dobbiamo aspettarci anche un attacco alle società sportive, come le scelte di tagli ai fondi per il centro nuoto?

Le ricordiamo che le società sportive sono rimaste l’unica vera alternativa al vuoto che la sua amministrazione, fatta da non Copparesi, ha prodotto in questi cinque anni.

Le società sportive sono l’unica possibilità di vita per le frazioni che ben poche volte l’abbiamo vista frequentare ed interessarsi…

8)  Dobbiamo aspettarci la creazione di classi differenziali anche nelle scuole del nostro comune, come proposto dal Gen.Vannacci, personaggio inserito come lei nelle liste elettorali della Lega, con cui molti leghisti condividerebbero idee e metodi?

9) Nel caso ci fosse una nuova vertenza Berco, (speriamo mai) con chi si schiererebbe stavolta, con i lavoratori o confermerebbe di nuovo la sua equidistanza tra lavoratori ed azienda, come affermato nel consiglio comunale davanti alla fabbrica all’inizio del suo mandato?

A Copparo non abbiamo bisogno di un Sindaco dedito solamente al saluto mattutino, al taglio di nastri o all’asfaltatura di (poche) strade.

Nel primo caso ci basterebbe un gallo, nel secondo un valletto, nel terzo un dirigente ANAS.

Copparo ha bisogno di molto di più. Copparo ha bisogno di programmazione.

Copparo ha bisogno di progetti lungimiranti.

Copparo ha bisogno di un vero Sindaco, soprattutto di un Sindaco Copparese e lei e gran parte della sua giunta non lo siete.

Chiudiamo con una metafora: politicamente parlando, un Sindaco come lei per noi Copparesi è stato come avere un vasetto di Nutella appena uscito dal frigo, con a disposizione solamente un cucchiaino di plastica.

Gruppo 10 Giugno Copparo e

FACCIO IL SOVVERSIVO 2.0

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com