Cento
18 Maggio 2024
Scomparsa lo scorso 15 maggio è stata una delle prime direttrici di banca del Paese e la prima del Credito Cooperativo italiano

Morta Doriana Lamborghini. È stata una delle prime direttrici di banca del Paese

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Rotary Cento. Gilberto Galantini nuovo presidente

. Gilberto Galantini, chimico libero professionista (ambiente, sicurezza e alimentazione), esponente del mondo cattolico, è il nuovo presidente del Rotary Cento per l’annata 2024-25. Succede all’avvocato Matteo Lodi

Quinoa regina all’agriturismo “Val Campotto”

Di scena all'agriturismo "Val Campotto" la quinoa: una pianta erbacea, della famiglia degli spinaci o barbabietole, ma simile ai cereali, la cui coltivazione sostenibile, le sue proprietà alimentari, la sua trasformazione culinaria (chicchi, farina, pasta, snack, birra, cioccolato ed addirittura integratore dei cibi per gli astronauti) la rendono protagonista di questa tre giorni tematici

Duemila anni di terremoti catalogati da Unife e Ingv. Online la banca dati

È online CftIlandslides, la nuova banca dati che raccoglie e cataloga oltre 1000 frane causate da terremoti e avvenute in Italia tra il 117 a.C. e il 1997. Realizzata nell’ambito delle attività del gruppo di lavoro del Catalogo dei Forti Terremoti in Italia (Cfti Working Group) dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv)

Cento. Doriana Lamborghini, una delle prime direttrici di banca del Paese e la prima del Credito Cooperativo italiano, è venuta a mancare mercoledì scorso (15 maggio). A comunicarlo è la Federazione Bcc dell’Emilia-Romagna che, con profondo dispiacere, si unisce al cordoglio della famiglia.

La sua è una storia cominciata quasi per caso. Agli inizi degli anni ’50 a Cento nasce un primo embrione di Cassa Rurale: un piccolo ufficio, una porta chiusa con il filo di ferro e i soldi in una scatola di latta per i biscotti per fare credito ai contadini e sottrarli alla piaga degli usurai. Doriana, giovane maestra, mossa dalla curiosità in breve si ritrova a lavorare come volontaria al fianco di un giovane impiegato. Ma il destino ci mette lo zampino: un giorno il collega si assenta e le affida le chiavi dell’ufficio senza rivelarle l’intenzione di non tornare e di intraprendere la carriera ecclesiastica. Doriana si ritrova così, di fatto, alla guida di un punto di credito che, con caparbietà e lottando contro Banca d’Italia che ne voleva la chiusura, riuscirà a trasformare in una Cassa Rurale e Artigiana dove sarà prima dipendente poi, a soli 30 anni, Direttrice Generale. Dall’inaugurazione della nuova sede nel 1961 (al settimo mese di gravidanza del primo figlio) fino all’ultimo giorno di lavoro, quella di Doriana Lamborghini è una storia costellata di successi: nella sua carriera ha assorbito altre Casse Rurali e aperto nuove filiali, è stata una fondatrice del sindacato nazionale dirigenti e della Cassa mutua delle banche cooperative ed è stata insignita, negli anni ’90, dei titoli di Cavaliere del Lavoro, Commendatore, Stella al merito e Maestro del Lavoro. Tante “medaglie”, ma quella di cui si diceva più orgogliosa, insieme alla famiglia costruita insieme al marito geom. Antonio Proni, era lo sviluppo della piccola “banca del filo di ferro”. Che è parte di quel grande mondo del Credito Cooperativo che oggi piange la scomparsa di Doriana Lamborghini.

“Doriana Lamborghini è stata una vera pioniera – ricorda il presidente della Federazione BCC Emilia-Romagna, Mauro Fabbretti -: nominata direttrice generale della Cassa Rurale e Artigiana di Corporeno (Fe) nel 1960, poi di Cento (e oggi parte di Banca Centro Emilia) ha mantenuto questo ruolo per 36 anni, fino alla pensione. Siamo stati onorati di averla avuta come ospite in occasione di “Potere Possibile”, la convention di iDEE – Donne del Credito Cooperativo organizzata a Bologna nell’ottobre scorso e di averle tributato un meritato riconoscimento per il suo ruolo, per il suo percorso e per la sua storia. Una storia che ha colpito nel profondo gli oltre 170 rappresentanti del credito cooperativo di tutto il Paese radunati all’Arena del Sole: una platea che le ha tributato un lungo e commosso applauso, tutti in piedi, alla consegna della Melagrana d’Argento. Ci mancheranno la sua lucidità, la sua sagacia e la sua caparbietà”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com