Lettere al Direttore
20 Aprile 2024

Alcune domande sulla propaganda del sindaco Fabbri

di Redazione | 2 min

Leggi anche

“Solo i vigliacchi se la prendono contro i più deboli”

Gentilissimi, Vorrei esprimere il mio sostegno alla vostra giovane giornalista additata dal sindaco nella recente conferenza stampa. Vorrei incoraggiarla ad essere orgogliosa di non finire annoverata tra i lecchini e i lacchè che infestano questo Paese. Solo i...

Cosa non si deve scrivere quando si parla di violenza di genere

Gentile Redazione, Sentiamo la necessità di condividere alcune importanti e urgenti considerazioni in merito all’articolo pubblicato dal vostro giornale dal titolo “picchia una ragazza minorenne, caos in centro storico”. Il fatto narrato -certamente da verificare...

Errate informazioni sull’Istituto di Studi Rinascimentali

Gentile Redazione, leggo con stupore una curiosa lettera di Barbara Vincenzi, in cui si afferma che l'Istituto di Studi Rinascimentali è "praticamente scomparso" e che il suo direttore è "introvabile". Davvero strane rimostranze, visto che Vincenzi sembra ignorare...

Alan Fabbri e “la cultura del più furbo”

Buongiorno sindaco Fabbri, deve sapere che è tutta la vita che abbiamo purtroppo a che fare con persone che non rispettano le regole: quando c’è la fila e ti passano davanti, quando fai un concorso e vince chi ha meno titoli ma è amico del capo, quando sindaco e...

Ex idrovora di via Caldirolo e nessun dialogo

Gentile Direttore, Si è conclusa il 22 gennaio scorso la fase di deposito e osservazioni sul Piano Urbanistico Generale da parte di privati cittadini, categorie, portatori d’interesse, comitati, secondo quanto previsto dall’art 45 co.5 della Legge Regionale...

Egregio Direttore di Estense.com,

da osservatore della politica locale mi pongo alcune domande sulla propaganda del sindaco Fabbri.

Mi spiego meglio: alle scorse elezioni l’attuale maggioranza ha vinto anche grazie a una macchina promozionale che ha puntando molto sui canali digitali, ottenendo i risultati che conosciamo.

Una volta che è stato eletto, i profili social del sindaco Fabbri sono diventati uno strumento gestito (salvo smentite) dal almeno un comunicatore/portavoce assunto con un regolare contratto che lo lega al Comune di Ferrara, ergo pagato da tutti i cittadini. E fin qui niente di strano.

Le mie prime perplessità riguardano il fatto che questi canali social del sindaco (Facebook, Instagram, Telegram) oltre a informare, giustamente, sulle attività istituzionali, si sono distinti anche per numerosi attacchi agli avversari politici (PD il bersaglio preferito) bannando un certo numero di cittadini critici, sulla base di criteri mai definiti. Qui avrei da ridire, ma andiamo oltre.

Ora gli stessi social media del sindaco Fabbri continuano a essere utilizzati per la comunicazione istituzionale e, sempre più spesso, anche per la campagna elettorale del candidato sindaco Fabbri, perfino con contenuti sponsorizzati (allego screenshot).

Tutto regolare? Anche sul piano etico?

Mi chiedo anche se il portavoce del sindaco, continui a gestire questi canali sia per la comunicazione istituzionale, che per quella di parte, sempre in funzione dello stesso contratto da dipendente pubblico. Sottolineo che è una domanda su cui auspico di avere un chiarimento e non un’accusa. Grazie a chi mi risponderà.

Michele Bertocchi

 

Gentile lettore,

io sono finito a processo per essermi fatto le stesse domande. Le auguro di cuore sorte migliore.

mz

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com