Argenta
23 Febbraio 2024
I lavori di pulizia degli alvei dei fiumi sono di competenza dell’Autorità amministrativa del fiume e non dell’ente proprietario del ponte

Ponte Bastia. Interverrà Anas anche se non è sua competenza

di Redazione | 1 min

Leggi anche

“Seconda Pelle”: la mostra di Romanoleli inaugura ad Argenta

Un'esposizione rivelatrice e complessa. "Seconda Pelle" è la mostra personale dell'artista Romanoleli, curata da Mariano Cipollini, che verrà inaugurata sabato 27 aprile alle ore 17:30 al piano superiore del Mercato centro culturale arte contemporanea di Argenta

Università ad Argenta. Azzalli: “Sperpero del Pd”

“La proposta di avviare una collaborazione con l’Università di Ferrara al fine di aprire una sede universitaria ad Argenta ha causato a Mattia Nanetti, coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani, il dileggio del sindaco Baldini"

Anas, in riferimento a quanto riportato da alcuni articoli di stampa sulla situazione del ponte della SS 16 Adriatica sul fiume Reno, in località Bastia, nel comune di Argenta (FE), fa sapere che i lavori di pulizia degli alvei dei fiumi, “come già segnalato agli enti competenti e in coerenza alle norme nazionali e alla legislazione regionale”, sono di competenza dell’Autorità amministrativa del fiume e non dell’ente proprietario del ponte, cui viceversa spettano solo i lavori volti alla conservazione dell’opera.

Nonostante ciò, “per spirito di servizio pubblico”, Anas interverrà la prossima settimana per eseguire i lavori di rimozione del materiale flottante e dei tronchi, con la riserva di rivalersi sull’Autorità amministrativa del fiume per i costi sostenuti per gli interventi di pulizia. Segnala inoltre che il problema potrebbe riproporsi, in quanto tale materiale si accumula sulle pile del ponte proprio a causa della mancata rimozione delle aree golenali e dell’alveo fluviale nelle zone a monte del ponte, certamente non afferenti all’infrastruttura.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com